Cronaca Fontivegge / Via Sicilia

Controlli serrati, guerra agli affittuari in nero: scoperti "fuggitivi" e non solo

A seguito di alcuni controlli da parte della Polizia provinciale è risultato che due transessuali abitazvano irregolarmente in un appartenemento che sfruttavano, come riferiscono gli agenti, molto probabilmente per prostituirsi

Sono in tutto due le operazioni portate avanti in queste ore dalla Polizia provinciale di Perugia. La prima ha interessato un appartamento di via Sicilia, dove sono stati sorpresi due trans clandestini che con molta probabilità si prostituivano. Nel secondo caso invece è stato rintracciato un tunisino fuggito dal centro di accoglienza minorile

Prima operazione - Due transessuali brasiliani, durante un controllo sono stati trovati in un appartamento, dove probabilmente si prostituivano. L’attenzione degli agenti è stata rivolta alla regolarità dei contratti di locazione a stranieri in alcune abitazioni al fine di individuare persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti e stranieri non censiti all’interno delle stesse. Nel corso del controllo è emerso che, pur essendo il locatario dell’appartamento in regola con documenti e contratto d’affitto, due suoi ospiti non erano in possesso del permesso di soggiorno. I due, quindi, sono stati condotti presso gli uffici della Questura di Perugia per l’identificazione e nei loro confronti sono stati emanati i decreti di espulsione. Gli agenti della Polizia Provinciale continueranno, come da servizi specifici preordinati, ad effettuare un costante controllo del territorio avvalendosi anche della preziosa collaborazione della cittadinanza perugina.

Seconda operazione – Il giovane, che era stato affidato a un centro sociale per minori, è stato ritrovato dalla Polizia Provinciale all’interno di un appartamento di via della Pallotta, sprovvisto dei documenti d’identità e del contratto di locazione. Il minore, notato nei giorni scorsi dagli agenti del nucleo investigativo speciale della Polizia Provinciale, era intento nell’introdursi furtivamente (arrampicandosi al muro) del fabbricato di via della Pallotta. Condotto presso gli uffici della Questura di Perugia per l’identificazione il ragazzo è stato denunciato per falsa attestazione sulla identità resa a Pubblico Ufficiale ed affidato nuovamente ad un centro sociale per minori. In un’altra parte della città, in via Sicilia per l’esattezza,

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli serrati, guerra agli affittuari in nero: scoperti "fuggitivi" e non solo

PerugiaToday è in caricamento