Massacrato fuori dalla discoteca, quattro arresti: "Tornerà a camminare per miracolo"

Attraverso il suo legale - l'avvocato Giovanni Picuti - il 30enne vittima del violento pestaggio fuori da un locale a Foligno esprime anche un sentito ringraziamento alla Questura

Immagine d'archivio

Una violenza inaudita, quella che ha ridotto in gravi condizioni un uomo di 30 anni, funzionario di Banca, aggredito per futili motivi fuori da una discoteca da quattro persone tutte di età compresa tra i 19 e i 20 anni d'età.  La Procura, dopo le indagini degli agenti del Commissariato di Foligno,  ha richiesto ed ottenuto dal Gip del Tribunale di Spoleto la misura cautelare degli arresti domiciliari per i quattro autori dell’aggressione. Tre sono stati inviduati e arrestati a Foligno. Il quarto, invece, è stato rintracciato e ammanettato a Milano.

Tutto sarebbe scaturito per una banalità durante quella che doveva essere una serata di svago. Poi il pestaggio, fuori dal locale, e i quattro che hanno colpito con pugni e calci. Ferito anche un altro giovane, intervenuto in difesa del 30enne. E' stato quest'ultimo  ad avere la peggio con una prognosi per lesioni gravissime.  “Il mio assistito - spiega l'avvocato Giovanni Picuti - esprime il proprio ringraziamento nei confronti della Questura e di quanti hanno operato per identificare i suoi aggressori e proceduto al loro arresto. Le lesioni da lui riportate sono gravissime e per un puro miracolo, solo a distanza di tre mesi dall’ignobile pestaggio gli è stato detto che tornerà a camminare con le proprie gambe. Tuttavia i postumi invalidanti rimarranno di particolare entità. Si costituirà parte civile nel processo a carico dei suoi aggressori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 30enne, vittima dell’assurda aggressione,  è stato costretto - e ancora lo è - a stare lontano dal proprio lavoro, ma ringrazia anche  coloro che hanno collaborato con la Polizia ai fini dell’identificazione dei responsabili, che dopo l’aggressione si sono dileguati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento