menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli anti-coronavirus, cittadini sempre più disciplinati: crollo delle sanzioni

Il bilancio della task-force diretta dal Prefetto Sgaraglia nei giorni del ponte del Primo Maggio

Il lungo ponte del Primo Maggio - ai tempi dell'ancora #restateacasa per via del Covid19 - ha dimostrato ancora una volta come in provincia di Perugia i cittadini siano sempre di più rispettosi delle norme anti-contagio e sugli spostamenti. A fronte di quasi 1500 persone (al giorno) controllate in strada e nei luoghi adiacenti a servizi permessi, le multe sono state pochissime e il trend è in continua discesa. Il bilancio della Prefettura di Perugia è chiaro: "I controlli hanno portato alla contestazione di 32 violazioni nei confronti dei trasgressori, che come noto, a seguito dell'entrata in vigore del Decreto legge 19/2020, sono adesso punite con la sanzione amministrative pecuniaria che va da 400 a euro 3.000".

Nessuna persona denunciata per falsa attestazione mentre due sono state denunciate per reati extra norme Covid19. Nessuna persona a rischio, quindi sottoposta in regime di quarantena, è stata trovata fuori dalla propria abitazione. La task-force anti-contagio ha individuato e sanzionato un locale commerciale trovato aperto. E' scattata la multa e resterà chiuso per le prossime settimane anche per la Fase 2. Ma questa irregolarità è l'unica su 726 esercizi commerciali ispezionati. A Perugia più multe per la mancanza di revisione dell'auto che per i trasgressori ai tempi del Covid. Tutte le autocertificazioni controllate - un centinaio - sono state definite regolari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento