menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Perugia una task-force (medici-forze dell'ordine) anti botti pericolosi: i fuochi proibiti, i leciti e come usarli

Nell'atrio dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia è andata in onda una lezione al cospetto di Vigili del Fuoco, medici, Carabinieri, Polizia e Vigili su come utilizzarli, acquistarli e quali quelli pericolosi e quelli no...

E’ già iniziata la corsa all’acquisto dei botti di Capodanno, che tornano puntuali ogni 31 dicembre per salutare il vecchio anno nei cieli di tutto il mondo. Ma con loro, tornano anche i rischi legati ad un uso improprio dei fuochi pirotecnici. Incidenti che ogni inizio anno, affollato le sale del pronto soccorso di tutta Italia. Ma oltre al buonsenso, come evitare i maggiori rischi legati ai botti e vivere un sereno inizio anno senza drammi nè incidenti? 

Innanzitutto la vendita. Mai affidarsi a venditori ambulanti, e comprare sempre i botti nei negozi autorizzati. " Anche quest'anno, spiega il tenente Lucia Di Lio, rinnoviamo il nostro impegno nell'attività di prevenzione alla vendita illegale dei fuochi pirotecnici, insieme alle forze di polizia, e questo per far sì che la festa si svolga senza incidenti".

Comprare i fuochi legalmente, permette- sempre con le dovute attenzioni- di sapere che tipo di articolo pirotecnico si ha tra le mani. Ad esempio di fondamentale importanza è verificare che  riporti la marcatura CE per i fuochi e la nota di istruzione per poterli utilizzare. "E' importante sapere come utilizzarli e anche il quantitativo di polvere che contiene ogni botto".

Maurizio Fattori, comandante provinciale dei vigili del fuoco, sottolinea l'importanza della conservazione dei botti: "Fanno messi al sicuro da bambini e ragazzi, in luoghi adatti e quindi asciutti e lontano da sostanze infiammabili. Un altro fattore da tenere presente è dove sparare i botti. Assicurarsi di essere lontani da persone, cose, abitazioni anche perchè quando i razzi ricadono in terra, sono ancora caldi e quindi possono incendiare tendoni, sterpaglie, foglie secche, ect. L'uso sbadato e spesso inconsapevole dei fuochi d'artificio può provocare decine di principi d'incendio lungo le vie della città. Attenzione anche all'abbigliamento che si indossa: da evitare tessuti facilmente infiammabili".

"Grave è anche l'utilizzo dell'artificio pirotecnico in casa o l'accidentale rientro dell'effetto pirotecnico nell'abitazione dove si sta festeggiando, con un conseguente innesco di un principio d'incendio di tende, arredi, addobbi natalizi e un successivo incendio dell'appartamento che oltre a distruggere tutto può arrecare danni alle persone che sono all'interno, fino a provocarne addirittura la morte"- si legge nel sito del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

"Fortunatamente nella nostra regione negli ultimi due o tre anni gli incidenti causati dai botti sono diminuiti- spiega il dottor Mario Capruzzi, responsabile regionale del 118, ma questo non deve mai far abbassare la guardia. Gli incidenti più pesanti posso avvenire anche nei giorni immediatamente successivi alla notte del 31 dicembre, causati da botti inesplosi, magari raccolti dai più piccoli". 

I botti, se acquistati legalmente e una volta lette le note di istruzione, usati in un contesto idoneo e con tutte le precauzioni del caso, possono accompagnare in tutta sicurezza e allegria l'anno che verrà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento