menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata Mondiale della Terra 2015, a Perugia due giorni di trasporto pubblico gratis

Presentata in Comune la serie di eventi che coinvolgeranno la città dall'11 al 22 aprile. Romizi: "Così vinciamo i pregiudizi culturali contro di noi"

Intanto cominciamo così: il 19 e il 22 aprile il trasporto pubblico a Perugia sarà gratuito. La spiegazione arriva subito: stamattina, 8 aprile, il sindaco Romizi, il vicesindaco Barelli e il sindaco di Assisi Claudio Ricci  hanno presentato il programma della Giornata Mondiale della Terra 2015 che si svolgerà a Perugia dall’11 al 22 aprile. La manifestazione ha bei numeri dalla sua, come sottolineato dal Comune. Ovvero: due comuni in campo, Perugia e Assisi, 38 partner, 14 eventi di cui 8 convegni con circa 50 relatori, un concorso per le scuole, due giorni di trasporti pubblici gratuiti.

“Nata nel 1970 su iniziativa del presidente Kennedy – spiega Palazzo dei Priori - , la Giornata Mondiale della Terra è finalizzata a promuovere la salvaguardia del mondo. Il tema scelto dall’Earth Day Network, per fare da cornice all’edizione 2015, è quello delle “città verdi” in un’ottica di costruzione di modelli di città smart”.

E questa “è l'occasione per riflettere sui temi dell'ambiente ma anche per evidenziare l’identità della nostra città e della nostra regione – spiega Barelli - caratterizzata dal pensiero e dalle opere di S.Francesco e di Aldo Capitini lungo un percorso che vuole coniugare pace e ambiente”.

L’iniziativa rientra nei 10 progetti predisposti dall’Assessorato all’Ambiente ed approvati dalla Giunta Comunale nell’ambito di Perugia Smart city: idee e progetti per il futuro.

“Si è partiti da una suggestione e si è preso atto che l’ambiente non è più una tematica di nicchia per pochi romantici cosi come le politiche ambientali non sono più in contrapposizione con lo sviluppo economico”, ha spiegato Romizi. Le amministrazioni “vogliono invertire questo tipo di ragionamento e chi lo deve fare se non noi e la nostra verde Umbria? La globalizzazione ha appiattito le nostre città, noi dobbiamo essere un tassello riconoscibile grazie all’ambiente ed essere competitivi fino in fondo come la storia di San Francesco e poi di Capitini ci insegnano. Noi abbiamo nel nostro dna questa predisposizione e dobbiamo coltivarla appieno. Nel futuro vorremo diventare un punto di riferimento per queste tematiche”. Conclusione con sferzata annessa: “Solo grazie a questi eventi si possono vincere quelle resistenze culturali e quei pregiudizi noti che spesso vengono orientati verso questa amministrazione”.

Il sindaco Ricci, invece, ha ringraziato il Comune di Perugia per il grande impegno e il significato che questi eventi hanno a livello regionale e in vista dell’Expo 2015. “Il filo conduttore – prosegue Ricci – che unisce tutti questi eventi è la fratellanza e la comunità, l’uomo e l’ambiente sono uniti nella dignità e nell’amicizia. Potrà il mondo salvare l’ambiente e il paesaggio? Queste iniziative ci danno una risposta positiva e un contributo per tutelare il nostro ambiente”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento