menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontevalleceppi, tormenta i vicini e i passanti: ma per lui si aprono le porte dei carcere

Paura e delirio a Ponte Valleceppi: 53enne arrestato dalla Polizia, ecco la lunga lista dei suoi disastri

In perfetto stile Gengis Khan. Nella mattinata di ieri, l’ennesimo intervento della polizia, a Ponte Valleceppi, alle porte di Perugia, in un condominio dove vive un 53enne. L’uomo, spiegano dalla Questura, ha impedito all’idraulico, chiamato dalla proprietaria del suo appartamento, di entrare per fare dei lavori urgenti. E non è finita qui. Il 53enne si è barricato in camera da letto e ha iniziato ad inveire contro tutti quelli che vedeva. Poi ha fatto a pezzi una bottiglia e ha lanciato pezzi di vetro a chiunque passasse lì.

Prendete popcorn e una bibita grande, il film è ancora a metà. L'uomo, sempre barricato in camera, ha tentato di colpire in testa con un posacenere un vicino ma lo ha mancato per pochi centimetri. All'arrivo dei poliziotti non si è calmato e ha scagliato addosso agli agenti un paio di grosse cesoie, “di quelle utilizzate un tempo per tosare le pecore” spiegano dalla Questura. Alla fine lo hanno fermato.

Il racconto dei vicini di casa è di quelli da incubo. Anche perché la polizia è dovuta intervenire una decina di volte negli ultimi giorni. Il terribile 53enne ne ha fatte di tutti i colori. In un caso aveva messo per dispetto la colla nella serratura dei vicini per non farli entrare in casa. In un altro ha minacciato i passanti con un fucile - la polizia gli ha ritirato una vecchia doppietta, in pessime condizioni, abusivamente detenuta e due grossi coltelli - . E ancora: ha inseguito con la sua vettura un altro automobilista, minacciandolo e tentando di speronarlo; ha tentato di scendere le scalette dell’Inps di via Canali a bordo della sua vettura; ha ingiuriato un’amica della ex moglie. “Peraltro – scrive la Questura di Perugia- l’uomo qualche mese fa era già stato indagato per atti persecutori nei confronti della ex compagna e aveva già manifestato disturbi della personalità”.

Chiusa qui? Ma neanche per sogno. L'uomo si è presentato al pronto soccorso dell'ospedale di Perugia almeno una decina di volte. In una occasione il nostro 53enne temibile ha trovato il tempo di rubare dei biglietti di una lotteria di beneficenza e di guadagnarsi la fuga spintonando uno dei volontari. Il Gengis Khan di Ponte Valleceppi alla fine è stato arrestato. La Polizia lo ha spedito in carcere, con l'accusa di atti persecutori condominiali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento