menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vendeva hashish a chiunque, bastava una telefonata: preso il pusher di via della Pallotta

Qualche giorno fa i carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Perugia, al termine di una minuziosa attività investigativa hanno tratto in arresto un 46enne marocchino con numerosi alias e gravato da molti precedenti

Dalla fine del 2012 e per quasi tutto il 2014 spacciava hashish a chiunque a Perugia. Ogni giorno. L’area di “competenza” era sempre la stessa: via della Pallotta evia Tuderte. Qualche giorno fa i carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Perugia, al termine di una minuziosa attività investigativa hanno tratto in arresto un 46enne marocchino con numerosi alias e gravato da molti precedenti, notificandogli la misura di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del capoluogo umbro.


L’indagine, caratterizzata da prolungati servizi di osservazione e pedinamento, ha permesso di risalire all’esperto spacciatore ponendo la giusta attenzione sugli assuntori della sostanza stupefacente che con regolarità prendevano contatti telefonici con il pusher per poi incontrarsi alle pendici del centro storico perugino. Venti euro di hashish a persona per circa 2 anni, questa è circa la media di spaccio accertata nei confronti di almeno 7 assuntori italiani. Lo spaccio, oltre il non avere una fissa dimora e di essere irregolare sul territorio nazionale, ha avvalorato la necessità dell’esigenza cautelare in carcere. L’uomo che è stato rintracciato dai carabinieri proprio in via Tuderte, dopo essere stato accompagnato presso gli uffici della   caserma di via Ruggia per le previste ritualità, è stato rinchiuso il carcere di Capanne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento