Per due anni hanno razziato i garage condominiali di Perugia, Bastia,  Foligno e Spoleto: presa la banda

Erano già noti alle Forze di Polizia in relazione alla commissione di reati contro il patrimonio e tutti residenti nel quartiere di Fontivegge

Per due anni hanno razziato i garage condominiali di Perugia, Bastia,  Foligno e Spoleto mettendo in piedi anche un mercato clandestino dove piazzare tutta la merce trafugata: biciclette, attrezzi da lavoro e da giardinaggio, elettrodomestici, generi alimentari e materiale per la pesca sportiva. Ma dopo una lunga indagine da parte della Squadra Mobile, sezione "Antirapina, ora tutta la banda è stata assicurata alla giustizia. Due erano stati già messi in carcere per furto in abitazione aggravato e continuato e per ricettazione di due autovetture di media, recuperate e restituite ai legittimi proprietari. In quell’occasione, la Polizia aveva recuperato materiale rubato per un valore complessivo di oltre 30mila euro, restituendolo a numerose famiglie umbre che si erano viste razziare il proprio garage.

Agli altri 5 componenti si è arrivati seguendo questo filone di indagine. In manette sono finiti C.D. e V.C.S. – cittadini rumeni classe 1980 e 1987 – e di V.C., I.C. e M.C., tre moldavi rispettivamente di 23, 50 e 30 anni, con l’ accusa di aver costituito un’associazione a delinquere finalizzata al furto ed alla ricettazione ed aver concretamente realizzato una serie indeterminata di delitti di ricettazione. La Squadra Mobile ha effettuato 7 perquisizioni delegate dalla Procura della Repubblica a carico di altrettanti soggetti indiziati di far parte del sodalizio criminale, individuando due luoghi di stoccaggio della merce rubata e sequestrando decine di attrezzi da lavoro e da giardinaggio per un valore complessivo di oltre 10.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa attività ha permesso di considerare parte integrante dell’associazione pervdelinquere investigata i cinque ulteriori soggetti colpiti, proprio quest’oggi, da misure cautelari. All’alba, infatti, è scattato il blitz della Squadra Mobile che, costantemente coordinata dalla Procura della Repubblica di Perugia, ha dato esecuzione alle cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal GIP dal Tribunale di Perugia. Da sottolineare che tutti erano già noti alle Forze di Polizia in relazione alla commissione di reati contro il patrimonio e tutti residenti nel quartiere di Fontivegge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento