LA DENUNCIA Deve fare una colonscopia con urgenza: "Torni alla fine del 2017"

Oltre un anno e mezzo di attesa per una colonscopia presso l'Ospedale di Terni. E' questo il tempo di attesa che un cittadino umbro dovrà attendere se prenota oggi una visita così delicata e importante. A novembre 2017 potrà avere a disposizioni nel nosocomio medici e macchinari tutte per lui. Prima non se ne parla minimamente a meno che non decida di andare in una struttura privata dove i tempi di attesa sono al massimo di 48 ore. 

La denuncia porta la firma di alcuni cittadini che si sono rivolti alla Lega Nord dell'Umbria per portare il caso in consiglio regionale. Addirittura i cittadini avevano segnalato che prima delle feste di Pasqua le liste erano state addirittura bloccate, per essere riaperte in queste ore.
Non si possono attendere tempi biblici per un esame che risulta spesso urgente e necessario soprattutto quando viene prescritto a persone di età avanzata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un anno e 8 mesi per una colonscopia significa allontanare sempre più il paziente dal servizio pubblico, costringerlo a rivolgersi a cliniche private e di conseguenza andare incontro ad una spesa triplicata o, addirittura, quadruplicata  rispetto a quanto previsto dal ticket regionale": ha ribadito il consigliere regionale Emanuele Fiorini che presenterà una interrogazione alla Giunta e alla presidente Marini per chiedere spiegazioni in merito a liste di attesa infinite per la colonscopia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento