Storie del Coronavirus | Un calvario lungo un mese, poi la guarigione: la Presidente di Federfarma ora è a casa

Silvia Pagliacci, farmacista e numero uno di Federfarma di Perugia, ha ringraziato su Facebook le persone che gli sono state vicino

Tra i 252 guariti - secondo il bollettino del 12 aprile - c'è anche un volto noto, una dirigente che abbiamo imparato a conoscere per il suo ruolo in Federfarma, la federazione nazionale che raccoglie tutte le farmacie private: stiamo parlando della presidente di Federfarma di Perugia, Silvia Pagliacci. Era l'11 marzo - ma già da alcuni giorni si era messa in auto-isolamento - quando è stata assalita da febbre alta e tosse: a quel punto sono scattati i protocolli sanitari. Il tampone. Il risultato 24 ore dopo: positiva.

Un mese di calvario, di lento ma costante peggioramento, di ospedali (prima Perugia e poi il centro Covid di Pantalla). Un mese dopo era finalmente sulla via della guarigione e da venerdì scorso era a casa sua. L'annuncio lo ha dato su facebook iniziando il suo intervento con una battuta, segno della salute ritrovata: "Ho sempre creduto che nella vita dovessi essere POSITIVA ..... ma mi sa che stavolta ho esagerato! Sono a casa e ringrazio Dio per la salute ritrovata. Ringrazio la mia grande, bella, forte famiglia. Vorrei inoltre ringraziare uno per uno le persone che mi hanno aiutata a superare il momento più tragico di questa mia vita, ma la lista sarebbe davvero troppo lunga. Sappiate che il vostro affetto, fatto di piccole-grandi cose ( catene di preghiera, dirette Facebook con don Antonio e la Parrocchia, pietanze deliziose recapitate a casa, messaggi, telefonate, biglietti e pensieri in ospedale) è stato un salvavita. Ringrazio tutti commossa e mi raccomando: non uscite e non abbassate la guardia. Vi auguro una Santa Pasqua quanto più serena".

Coronavirus, la task-force sanitaria lancia una rete territoriale: farmaco sperimentale somministrato a casa

Il farmaco somministrato, non essendoci una cura specifica anti-Covid19, è stata quella idrossiclorichina della quale l'Umbria ha fatto una buona scorta, ha messo in piedi un protocollo sanitario e sarà somministrata direttamente su pazienti con sintomi, non ancora gravi, nel giro di 48 ore a casa, grazie alla istituzione di squadre territoriali anti-virus. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, si sperimenta la colchicina. Gerli: “Così interveniamo prima della fase critica”

La presidente Pagliacchi, alle colonne del Messaggero Umbria, ha anche voluto ringraziare tutto il personale medico che si è preso cura di lei: "Mi hanno accudito, curandomi a rischio dela loro stessa salute. Medici e infermieri sono stati eccezionali. Ma non dimentico anche i farmacisti ospedalieri che aiutano i dottori nella terapia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • INVIATO CITTADINO Perugia, città (ab)usata senza ritegno… nell’indifferenza generale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento