Piano emergenza calore 2012 a Perugia: la Giunta comunale approva

La Giunta Comunale di Perugia ha approvato giovedì, il piano di emergenza calore 2012, nel quale vengono descritte le procedure da mettere in atto per ridurre gli effetti di una possibile ondata di caldo

L’Amministrazione comunale perugina, sulla base di quanto stabilito nelle “Linee di Azione e Direttive per l’Emergenza Calore 2011” elaborate dalla Regione Umbria, ha redatto il Piano di Protezione Civile per l’Emergenza Calore 2012, nel quale vengono riportate le azioni e le procedure da mettere in atto per prevenire o ridurre gli effetti di una possibile ondata di calore sulla salute di soggetti considerati “a rischio”. Il documento è stato approvato giovedì in giunta comunale.

Quattro le direttrici fondamentali del Piano, le quali si possono riassumere nell’attività informativa, intesa come strumento di prevenzione, per aumentare la consapevolezza del problema da parte della popolazione interessata; la valutazione delle condizioni di rischio, in riferimento al susseguirsi di specifiche condizioni climatiche, prevedendo 4 livelli di attivazione del sistema di Protezione Civile (Livello 0 “NORMALE”: le condizioni meteo non prevedono incremento di rischio; Livello 1 “ATTENZIONE”: sono previste temperature elevate e/o un’ondata di calore entro le successive 72 ore; Livello  2 “ALLARME”: sono previste temperature elevate e/o un’ondata di calore della durata di almeno 48 ore nelle successive 72 ore; Livello 3  “ EMERGENZA”: le condizioni meteo di rischio sono previste per una durata di tre giorni o più consecutivi); attività di prevenzione del danno, in cui vengono considerate tutte le procedure volte a evitare lo svilupparsi o l’aggravarsi di situazioni di danno nei soggetti a rischio; ed infine, interventi in emergenza: l’Amministrazione comunale e ASL, in collaborazione con i gruppi e le associazioni di volontariato, mettono in atto azioni volte al sostegno di coloro che hanno già subito gli effetti dell’ondata di calore.

“Il Piano si è dimostrato, negli anni, un valido strumento – commenta il vicesindaco Arcudi (Protezione civile) – per prevenire eventuali danni alla salute delle categorie più esposte e, in particolare, delle persone anziane e per fornire loro un punto di riferimento immediato cui rivolgersi”.

Il documento contiene anche le Linee di azione e direttive per l’emergenza calore; l’attività preventiva per le fasi di “attenzione”, “allarme” ed “emergenza”; le funzioni di supporto. Intanto, come annunciato dai servizi di previsioni meteo, è in arrivo il caldo, che farà salire le temperature massime fino, oppure oltre i trenta gradi. La protezione civile prevede per domani per Perugia il livello 1 (attenzione) con temperature massime intorno ai 31 gradi.



 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento