rotate-mobile
Cronaca Corciano

Cala il sipario sulla "Gastronomia Umbra", all'asta marchio, capannoni e ricette

Aperte le iscrizioni per la vendita all'incanto del logo registrato e dei capannoni a Taverne di Corciano

Si conclude una storia industriale importante per Perugia. Il giudice fallimentare, dopo aver dichiarato il fallimento (il 28 settembre del 2022), ha messo all’asta quello che rimane della “Gastronomia Umbra”. L’azienda nel 2020 aveva licenziato ed esternalizzato la produzione. Era nata una vertenza sindacale e poi era intervenuta la vendita a terzi, ma le cose non avevano funzionato ed era arrivato il fallimento.

Il primo lotto messo all’incanto è il marchio aziendale valutato da un perito 73.600 euro (cui si devono aggiungere 18.135,04 euro di Iva e 8.832 euro di spese, per un totale di 100.567,04 euro). È prevista una cauzione di 7mila euro, con rilancio minimo di 100 euro. Rimangono 14 giorni per presentare le offerte tramite la procedura telematica, con la vendita fissata per l’11 luglio. Il marchio è composto da un ovale con un doppio bordo, rosso all’interno di colore rosso pantone 485c e oro in quadricromia all’esterno, contenente all’interno la dicitura gastronomia umbra realizzata con il font typewriterbold inserita all’interno di una g stilizzata di colore verde pantone 342c. Nel fondo, tra la g e l’ovale esterno, sono presenti una serie di linee di colore verde chiaro verticali ed orizzontali. Sotto la g stilizzata è presente lo slogan “il cuoco di casa tua” di colore rosso pantone 485c. In Basso una corona di alloro d’orata finemente stilizzata.

All’asta anche un capannone industriale e una struttura prefabbricata in legno adibita a punto vendita, oltre a corte pertinenziale esclusiva. Il compendio è ubicato lungo il raccordo Perugia-Bettolle, a breve distanza dall’uscita di Corciano. La superficie complessiva del lotto è di 8.646 metri quadrati è provvista di doppio accesso carrabile ad apertura automatizzata, completamente recintata con muretto in cemento armato sormontato da rete metallica fissata a paletti in ferro.

La vendita dell’immobile è a corpo e comprensiva dei seguenti beni mobili strumentali, con funzione divisoria dei locali: n. inv 140 cella tn n. 2 – zona prodotti finiti; dim. circa 3,5×3; n. inv 150 cella b.t. n. 9 – zona materie prime; dim. circa 2×2; n. inv 155 cella n.3 – zona carni; dim. circa 1,8×1,8; n. inv 217 cella tn n.5 – zona semilavorati dim .circa 4×2; n. inv 218 cella tn n.4 – zona prodotti finiti; n. inv 224 cella tn n.8 – zona materie prime; dime. circa 2,5×2,5 n. inv 225 cella tn n.6 – zona materie prime; dim.circa 2,5×3,5 n. inv 229 armadio b.t. tredici a cinque porte; n. inv 280 cella tn n.12; due porte, dim. circa 2×5 n. inv 289 cella b.t. n.7 – zona prodotti finiti, dim. circa 1,5×2,5; n. inv 347 struttura prefabbricata in pannelli; n. inv. 348 struttura prefabbricata in pannelli n. inv 349 struttura prefabbricata in pannelli visibili, per un valore complessivo di 32.000 euro.

La gara non è ancora avviata e sono aperte le iscrizioni telematiche. Il prezzo base è di 1.022.188 di euro, con rilanci entre 3 minuti. Inizio della vendita fissato all’11 luglio, alle ore 11.30.

L’asta comprende tutti i beni (materiali ed immateriali) finalizzati all’esercizio dell’attività di produzione alimentare, con relativo avviamento, titoli autorizzativi, permessi e concessioni per l’esercizio dell’attività di produzione alimentare, diritto alla denominazione, alla ditta, all’insegna, al marchio, nulla osta, permessi ed ogni altro consenso, per la vendita di prodotti complementari e per ogni altra attività svolta dalla ditta.

L’azienda sarà posta in vendita libera da tutti i debiti ed i crediti esistenti, che rimarranno ad esclusivo beneficio e/o onere della parte cedente, compresi i debiti fiscali e di ogni altra natura maturati alla stipula dell’atto di trasferimento.

immobile gastronomia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala il sipario sulla "Gastronomia Umbra", all'asta marchio, capannoni e ricette

PerugiaToday è in caricamento