rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Rubano gasolio in azienda e minacciano il proprietario nella fuga, condannati in due

I due ladri erano entrati nel parcheggio della ditta di autotrasporti tagliando la recinzione non sapendo che c'erano le telecamere di sorveglianza attive e una riunione in corso negli uffici. Subito presi

Tagliano la recinzione di un'azienda di trasporti e tentano di rubare taniche di gasolio, ma vengono scoperti e il furto si trasforma in rapina.

I ladri, difesi dall'avvocato Francesco Cinque, erano entrati nel piazzale di una ditta di autotrasporti alla periferia di Perugia dopo aver tagliato la recinzione perimetrale. Un volta penetrati all'interno si erano diretti verso le pompe di rifornimento e tentato di prelevare il gasolio riempiendo due taniche da 25 litri ciascuna.

I loro movimenti, però, non erano passati inosservati perché l'azienda era munita di telecamere di sorveglianza che avevano ripreso tutto; tra l'altro quella sera il titolare della ditta e alcuni dipendenti stavano facendo una riunione di lavoro e alla vista dei ladri erano intervenuti.

Uno dei ladri si era subito fermato alzando le mani, mentre l'altro aveva cercato fuggire minacciando il proprietario e i suoi dipendenti. Era stato bloccato poco dopo dalle forze dell'ordine. La fuga e la minaccia avevano trasformato il tentato furto in tentata rapina.

I giudici del collegio, al termine del processo, hanno condannato a 3 anni per rapina il ladro che era fuggito minacciando il proprietario, mentre l'altro ad 8 mesi per il solo furto. Condannati in solido a pagare le spese di costituzione di parte civile del proprietario dell'azienda tramite l'avvocato Alessandro Vesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano gasolio in azienda e minacciano il proprietario nella fuga, condannati in due

PerugiaToday è in caricamento