Sorpreso a forzare porte di uffici e abitazioni, fugge minacciando un condomino: condannato

Protagonista un giovane perugino con piccoli precedenti e conosciuto come tossicodipendente. Aveva preso di mira gli uffici della Sipa

Scassina il portone condominiale e cerca di penetrare in un ufficio e in un appartamento, viene scoperto e minaccia con un coltello un condomino per garantirsi la fuga.

Un giovane perugino, con piccoli precedenti e conosciuto come consumatore di droga, difeso dall’avvocato Fernanda Cherubini, è stato condannato ad 1 anno e 8 mesi e al pagamento di 300 euro di multa.

L’imputato era accusato di aver forzato il portone di un condominio e di aver tentato di forzare, con tanto di fori nella porta, l’ufficio della Sipa e un appartamento privato.

Mentre era intento a forzare le porte, era rientrato un condomino che l’aveva sorpreso sulle scale. Il giovane, secondo l’accusa, aveva tirato fuori un coltello e minacciando la persone che era entrata nel palazzo, aveva guadagnato l’uscita.

Dalla descrizione fornita alle forze dell’ordine, però, era stato subito rintracciato e denunciato. Oggi la condanna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento