Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Incubo terrorismo, soldato dell'Isis catturato a Perugia ed espulso

Il blitz lo scorso agosto a Fontivegge, dove il tunisino è stato rintracciato. Aveva imbracciato le armi per combattere in Siria in nome della Jihad

Espulso per motivi di sicurezza dall’Italia, un tunisino di 31 anni, combattente in Siria e rintracciato a Perugia lo scorso agosto. Ma sono in tutto tre i foreign fighters espulsi con un decreto del ministro dell’Interno Minniti, di cui uno gravitante nel mondo dello spaccio e della droga a Perugia.

Secondo gli investigatori il tunisino aveva combattuto in Siria nel 2013, imbracciando le armi in nome di una guerra sanguinaria, la Jihad, tanto che sul suo cellulare è stato anche rintracciato un file audio che incitava contro ebrei e Occidente da parte di un egiziano.


Il blitz è scattato il 23 agosto; dove è stato rintracciato in una abitazione a Fontivegge.  Dopo essere stato trasferito a Torino, nel Centro per rimpatri, sabato scorso è stato rimpatriato in Tunisia. Salgono a 96, solo nel 2017, le espulsioni legate a motivi di sicurezza dello stato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo terrorismo, soldato dell'Isis catturato a Perugia ed espulso

PerugiaToday è in caricamento