menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'aggiornamento della Regione Umbria: "Vaccinati con prima dose a domicilio 3436 ultraottantenni"

L'assessore regionale alla Salute: "Si tratta di soggetti che hanno superato gli 80 anni e che per problematiche di salute non potevano raggiungere i punti vaccinali"

Aggiornamento della Regione Umbria dal fronte coronavirus. Al 12 marzo "sono 3.436 in Umbria gli ultra ottantenni fragili ai quali i medici di medicina generale hanno somministrato la prima dose di vaccino a domicilio". Ad annunciarlo è l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto.

“E’ stata conclusa la prima fase di vaccinazione per questa fascia della popolazione e con le dosi disponibili sono stati vaccinati con la prima dose, 1778 nell’Usl Umbria 1  e 1648 nell’Usl Umbria 2   – ha detto l’assessore Coletto – Si tratta di soggetti che hanno superato gli 80 anni e che per problematiche di salute non potevano raggiungere i punti vaccinali”. 

Coronavirus, vaccino AstraZeneca: le indicazioni della Regione Umbria

“Questo risultato, che ci permette di proteggere i cittadini fragili che hanno superato gli 80 anni - ha sottolineato Coletto – è stato raggiunto grazie all’accordo con i medici di medicina generale, che vogliamo ancora una volta ringraziare, per l’impegno e la grande professionalità che stanno dimostrando in questi mesi difficili in cui il loro ruolo di cura diventa ancora più prezioso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento