menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, vaccini nelle imprese: ecco come saranno somministrati

Vaccinazioni al via nei luoghi di lavoro: lo prevede l'accordo sottoscritto dai ministri del Lavoro e della Salute con le parti sociali, tra cui Confcommercio che dice: “Reperire in fretta le dosi”

Vaccinazioni anti-Covid al via nei luoghi di lavoro: lo prevede l'accordo sottoscritto dai ministri del Lavoro e della Salute con le parti sociali, tra cui Confcommercio. I termini dell'accordo e il protocollo di sicurezza aggiornato vengono illustrati intanto da Confcommercio Umbria, che intanto lancia un appello: “Ora occorre reperire in fretta le dosi”.

COSA PREVEDE L’ACCORDO TRA GOVERNO E PARTI SOCIALI:

L’intesa prevede che i vaccini siano somministrati a tutti i lavoratori, indipendentemente dal tipo di contratto, con il supporto dei medici aziendali e della rete Inail.

L’adesione è volontaria: i costi di medici e infermieri saranno a carico dell’azienda, mentre vaccini e siringhe saranno a carico dello Stato.

I centri vaccinali potranno essere allestiti nelle aziende o nelle sedi delle rappresentanze datoriali o della bilateralità.

AGGIORNATO IL PROTOCOLLO DI SICUREZZA:
L’accordo aggiorna anche il protocollo sicurezza del 14 marzo 2020, già rivisto il 24 aprile: in particolare viene stabilito che per il rientro al lavoro dopo l’infezione occorre un tampone molecolare o antigenico negativo, fatto anche in una struttura sanitaria accreditato o autorizzata dal servizio sanitario. Confermato il principio secondo cui la mancata attuazione del protocollo determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento