Cronaca

Coronavirus, il sindaco di Magione: "Restiamo a un solo contagio, manteniamo alta l'attenzione"

Chiodini su Facebook: "La persona contagiata si era messa in isolamento ben prima dell'insorgenza dei sintomi"

"Rimaniamo fermi, al momento, ad un solo contagio". Il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, spiega su Facebook il punto della situazione sui contagi da coronavirus in paese: "Con la persona ammalata, sottoposta a quarantena, abbiamo fatto una lunga chiacchierata telefonica e mi è sembrata in buone condizioni. Mi conferma gli scarsissimi contatti avuti a Magione, rispetto ai quali USL Umbria 1 ha comunque proceduto a fare la propria indagine e a disporre i dovuti isolamenti".

E ancora: "La persona contagiata, per scrupolo rispetto a qualche contatto dubbio che aveva avuto, si era messa in isolamento ben prima dell'insorgenza dei sintomi: un atteggiamento prudente e attento che lo rende di esempio a tutti noi".

E poi la questione del rispetto delle regole anticontagio: "La nostra Polizia locale ha fatto controlli anche oggi, assieme ai carabinieri: nessun denunciato". Con una precisazione: "Si ricorda che non sono consentite passeggiate di gruppo in campagna senza distanza interpersonale: anche queste saranno sanzionate".

Infine, un appello alla cittadinanza di Magione: "Manteniamo alta l'attenzione: in Umbria i casi sono cresciuti molto nelle ultime ore e sfiorano i 150 positivi, 13 di loro sono in rianimazione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il sindaco di Magione: "Restiamo a un solo contagio, manteniamo alta l'attenzione"

PerugiaToday è in caricamento