Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Caso Suarez, in quattro davanti al giudice per l'esame "farsa"

Fissata l'udienza preliminare per gli allora vertici della Stranieri, per la docente e la legale della Juventus

Giuliana Grego Bolli, all'ora rettrice dell'Università per stranieri, il direttore generale Simone Olivieri, la professoressa Stefani Spina e l'avvocato Maria Cesarina Turco, uno dei legali dello studio che segue la Juventus, saranno davanti al Gup. Fisssata per il 29 settembre l'udienza per il caso Suarez, ovvero l'organizzazione e lo svolgimento del suo esame d'italiano, ritenuto una farsa dalla Procura della Repubblica di Perugia. 

Il 17 settembre 2020 il campione uruguaiano aveva sostenuto l'esame di lingua, propedeutico al conseguimento della cittadinanza italiana. Un passaggio necessario, quelo della cittadinanza appunto, per finalizzare la sua cessione dal Barcellona alla Juventus che non poteva più tesserare calciatori extracomunitari. Quell'esame, per gli inquirenti, venne organizzato in fretta e in furia, forzando alcuni passaggi burocratici dell'Università per stranieri di Perugia e concordato con lo stesso candidato affinché lo superasse senza problemi. Il calciatore, secondo la ricostruzione del'accusa, avrebbe avuto a disposizione domande e risposte, conoscendo in anticipo i contenuti di un esame che in una manciata di minuti si era completato. 

Nell'inchiesta era coinvolto anche il professor Lorenzo Rocca che aveva esaminato il campione, ha patteggiato la condanna  a un anno. Sospese, invece, le posizioni dell'allora manager bianconera Fabio Paratici, e dell'avvocato Luigi Chiappero, a cui venivano contestate false dichiarazioni ai pm. 

Grego Bolli e Spina sono assistiti dallo studio legale Brunelli, Olivieri dall'avvocato Francesco Falcinelli, Maria Cesarina Turco dall'avvocato Franco Coppi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Suarez, in quattro davanti al giudice per l'esame "farsa"

PerugiaToday è in caricamento