Dermatiti, parassiti e congiuntivite, titolare di allevamento nei guai per i cani maltrattati

La difesa: la struttura era in rifacimento, l'unico modo per non far stare gli animali all'aperto era tenerli in una stanza non adatta di un casolare

Cani malati, chiusi in casa, affetti da dermatiti, parassiti e congiuntivite. È la condizione in cui i veterinari dell’Asl hanno trovato alcuni cani all’interno di un allevamento, sanzionando subito i proprietari e imponendo delle migliorie allo stabile.

Il proprietario dell’allevamento, difeso dall’avvocato Giuseppe Cherubino, si è difeso sostenendo che gli animali erano sì malati, ma già in cura con il veterinario della struttura e che le cucce non fossero a norma in quanto l’allevamento era oggetto di lavori di miglioramento. Tanto che gli interventi imposti dall’Asl riguardavano la realizzazione di bocchette di areazione e una diversa pavimentazione delle cucce.

Venti giorni dopo il controllo dell’Asl, infatti, veniva depositata la documentazione relativa ai lavori effettuati, secondo le indicazioni sanitarie, e anche la certificazione dello stato di salute dei cani.

Gli animali erano tenuti all’interno di uno stabile, con scarsa areazione da cui erano derivate le malattie, in quanto le cucce non erano pronte ed essendo in inverno non potevano dormire all’aperto.

L’esito del controllo, però, ha portato ad un processo penale per maltrattamento di animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento