Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Vandali ai giardini di Sant'Ercolano, divelto il cartello che segnala gli obblighi (disattesi) dei proprietari di cani

Sabato lo svelamento del busto dedicato al pittore Gerardo Dottori, oggi la scoperta dell'atto vandalico. Da tempo ormai le aiuole sono completamente bruciate dalle deiezioni canine per colpa di padroni maleducati

Li chiamano giardini di Sant'Ercolano, anche se sarebbe più corretto chiamarla area verde di viale Indipendenza. Sono il frutto di un intervento che ha riguardato tutta l'area più d dieci anni fa, con la chiusura al traffico di una parte della zona, nuovi parcheggi riservati ai residenti (anche se ormai da quando non c'è più il pilomat la sitazione è degenerata, con casi di sosta selvaggia e abusiva), nuovi marciapiedi e pavimentazione, recupero delle aiuole e delal fontana del Tritone.

Un'area così bella che il Comune ha deciso di arricchirla con i busti delle personalità perugine del passato. Un primo busto è stato posizionato due anni fa, quello di Guglielmo Miliocchi e sabato quello di Gerardo Dottori.

L'Edicola 518 utilizza gli spazi per iniziative culturali, conferenze e a breve anche il teatro.

I ragazzini giocavano a calcio sul sagrato della chiesa di Sant'Ercolano, poi sono arrivate le auto e finché il Comune non ha messo i paletti quella zona era diventata un parcheggio.

Le aiuole erano verdi e fiorite e un gruppo di cittadini volontari ne curava la pulizia. Con il tempo, però, sono diventate il luogo dove far pascolare i cani, con i padroni che lasciavano lì le deiezioni dei loro animali. E così piano piano il verde è sparito.

Adesso anche il pali che segnalano il divieto di introdurre i cani nell'area senza guinzaglio e di farli pascolare sul verde, è stato abbattuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali ai giardini di Sant'Ercolano, divelto il cartello che segnala gli obblighi (disattesi) dei proprietari di cani

PerugiaToday è in caricamento