rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Botte agli agenti durante un controllo antiprostituzione, nei guai per resistenza e lesioni

La donna, cinese, non ha voluto fornire i documenti al personale della Polizia municipale, prima ha tentato di fuggire, poi spinte e calci

La pattuglia della Polizia municipale in transito in via Canali nota un’auto che si ferma a bordo strada, la portiera si apre per far salire una donna, cinese, conosciuta come prostituta che esercita in quella zona, e scatta il controllo con tanto di multa di 450 euro al conducente.

Al momento di identificare la donna, però, “già identificata in occasione di precedenti controlli del territorio cui, negli ultimi tempi si è sempre sottratta dandosi alla fuga” non solo questa si rifiutava di fornire i documenti di identità e il permesso di soggiorno, ma prima tentava la fuga “divincolandosi” poi iniziava a “sferrare spinte e calci, anche nell’auto di servizio, tanto da cagionare lesioni” ad una delle agenti, costretta poi a farsi visitare al Pronto soccorso per “contusioni multiple” ed un “trauma contusivo e distorsivo al primo dito della mano sinistra”.

La donna smetteva di opporre resistenza solo all’arrivo di un’altra pattuglia della Municipale, questa volta composta da due agenti maschi.

Per questo la donna, difesa dall’avvocato Leonardo Orioli, è finita sotto processo per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate e violazione delle norme riguardanti il rilascio del permesso di soggiorno e la regolarità della permanenza in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte agli agenti durante un controllo antiprostituzione, nei guai per resistenza e lesioni

PerugiaToday è in caricamento