Cronaca Centro Storico

Mezza Notte Bianca: la norcina della solidarietà un (mezzo) successo...

Comunque, niente è andato sprecato. Infatti le materie prime avanzate (generosamente donate da aziende del territorio) verranno conferite a punti di raccolta per essere distribuite alle popolazioni colpite dagli eventi sismici

Mezzanotte Bianca della Lauda perugina, un (mezzo) successo. Forse un po’ inferiore a quanto ci si attendeva. Anche perché, dividere la gente in 25 eventi, sparpagliati (parzialmente in contemporanea) sul territorio della Vetusta, e vederli tutti parimenti affollati, è impresa assai ardua da realizzare. Senza contare che il giovedì – giornata moscia per definizione – non può vedere torme di perugini concentrarsi ma, casomai, dividersi tra le varie proposte, tutte di valore.

Alle quali si è sommato qualche fuori programma, come quello, ben riuscito, dell’associazione FilosofiAmo che ha visto diversa gente confluire nella piazzetta davanti al Bar Mokambo dove, peraltro, tra karaoke e panino con prosciutto (gratis) preparato dalla pro Ponte, non mancavano gli elementi catalizzatori.

Lode, comunque, alla Fondazione Perugia Musica Classica e all’associazione Perugia in Centro che, col coordinamento del dinamico Fabrizio (Fofo) Croce, hanno intessuto una sarabanda di situazioni. Benaccio anche l’esito della Norcina della solidarietà, ma un po’ inferiore alle attese. “Ci aspettavamo (e avevamo lavorato per) mille ticket – osserva Giuseppe Capaccioni, figura eminente del commercio perugino – mentre ne abbiamo realizzati circa 400”.

“Ci sono mancati – aggiunge con un filo di polemica – i colleghi commercianti che, almeno dopo la chiusura, potevano fare un salto e farsi vedere in piazza IV Novembre”. In effetti, la norcina era di eccellente qualità, le materie prime eccezionali, la preparazione garantita, in termini di igiene e freschezza di componenti.

Fin verso le 21, i pasti serviti erano 200. Poi, un po’ alla volta, il raddoppio. In piazza il sindaco Andrea Romizi e parecchi consiglieri, tra i quali Lorena Pittola. Tutti hanno regolarmente pagato e apprezzato l’iniziativa. Compresi diversi studenti i quali di norcine se ne sarebbero fatte anche due, se la tasca avesse retto al prelievo di soldini (10 euro per un primo, per uno studente, non sono pochi… anche se a fini benefici!).

Coloro che hanno partecipato agli eventi discosti dalla piazza Grande, a una certa ora si sono astenuti dal raggiungerla. Quattromila euro non sono pochi, ma il piatto pieno assommava a 10 mila! Comunque, niente è andato sprecato. Infatti le materie prime avanzate (generosamente donate da aziende del territorio) verranno conferite a punti di raccolta per essere distribuite alle popolazioni colpite dagli eventi sismici. Insomma: tutto (abbastanza) bene. Voto: 7. Ma avremmo preferito un 10!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezza Notte Bianca: la norcina della solidarietà un (mezzo) successo...

PerugiaToday è in caricamento