menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando della Prefettura di Perugia: si cercano in affitto strutture per la prima accoglienza rifugiati

Strutture con da un minimo di 50 posti a 300. Obiettivo: affittare per dare alloggio ai richiedenti asilo. Le offerte private entro il 19 agosto

La Prefettura di Perugia cerca strutture per una capienza massima di 300 posti. Le cerca da affittare per la prima accoglienza da destinare ai cittadini stranieri extracomunitari richiedenti la protezione internazionale, da convenzionare in via d’urgenza tramite procedura negoziata ai sensi dell’art. 63, "per il tempo strettamente necessario all’espletamento di una nuova gara pubblica e per i servizi di accoglienza". Questo vuol dire che arriveranno in Umbria nuovi presunti richiedendi asilo? La Prefettura si limita a dire al momento che si tratta di una bando esplorativo e quindi, tradotto, niente di immediato. Ma in caso di emergenza, in attesa della gara, il rappresentante dello Stato in Umbria non vuole farsi cogliere di sorpresa. 

I privati, le associazioni e gli entri interessate devono avere un patrimonio immobiliare corrispondente a questi parametri: centri costituiti da singole unità abitative con capacità ricettiva fino ad un massimo di 50 posti complessivi; centri collettivi con capienza fino a 50 posti; centri collettivi con capienza compresa tra 51 e 300 posti.

"Le offerte - si legge nella nota della Prefettura - dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12 del 19 agosto 2019 con le modalità indicate nella lettera di invito. Nel rispetto del principio di concorrenza e del favor partecipationis e alla luce dell’orientamento giurisprudenziale in materia, alla procedura possono partecipare anche gli operatori che, seppure non espressamente invitati, vengano comunque a conoscenza della presente gara".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento