Cronaca

Vivere sotto lo stesso tetto non è facile: da amici a rivali, la lite finisce al Pronto Soccorso

Due coinquilini, stesso paese, ma residenti ad Assisi sono stati denunciati dalla Polizia per lesioni

Prima hanno litigato per futili motivi, poi sono passati alle mani fino ad arrivare a scambiarsi alcune coltellate ferendosi alle mani e all'avambraccio. E' accaduto questa notte in un appartamento del centro storico abitato da due stranieri. Uno dei quali, ferito, ha fatto irruzione negli uffici del Commissariato di Polizia di Assisi, con gli indumenti  sporchi di sangue e la mano fasciata chiedendo aiuto. L’uomo - un 36enne residente ad Assisi ma marocchino di passaporto - ha raccontato agli agenti di essere stato aggredito e ferito con un coltello da un suo connazionale ospite nello stesso appartamento dove viveva.

Gli agenti sono andati a cercare l'altro coinquilino che una volta trovato a sua avolta ha detto di essere stato lui aggredito e preso a coltellate tanto è vero che aveva una brutta ferita all'avambraccio. Alla fine i due marrocchini sono stati portati al Pronto Soccorso dove sono stati curati per le ferite da taglio: il bollettino medico indica una prognosi rispettivamente di giorni 7 e 5. Niente di eccezionale dunque. Per entrambi però è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di lesioni aggravate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivere sotto lo stesso tetto non è facile: da amici a rivali, la lite finisce al Pronto Soccorso

PerugiaToday è in caricamento