Evade dai domiciliari pericoloso componente di una banda di rapinatori in villa: acciuffato, ora è dietro le sbarre

I Carabinieri di Assisi sono riusciti ad arrestarlo dopo averlo rintracciato in città. La sua banda ha ucciso una 84enne durante una rapina in villa

Ora sconterà la sua pena in carcere dopo che era stato "graziato" dal Tribunale di Asti, dopo una sentenza di 7 anni e 4 mesi, gli erano stati concessi agli arresti domiciliari ad Assisi. Un albanese di 23 anni è tornano dietro le sbarre dopo essere evaso dai domiciliari per prendere una boccata d'aria. I Carabinieri di Assisi però tenevano sotto controllo il giovane dato che aveva fatto parte di una feroce banda di rapinatori in villa nel Nord Italia: a causa loro è deceduta una donna di 84 anni a cui avevano legato mani e piedi col nastro adesivo provocandole la morta. In poche ore, non senza apprensione per le caratteristiche criminali del fuggiasco, i militari hanno rintracciato il criminale portandolo in caserma. 

L’Autorità Giudiziaria di Asti, recependo appieno l’informativa dell’Arma, ha immediatamente revocato l’obbligo di dimora disponendo per il giovane pregiudicato
albanese l’applicazione della custodia in carcere; provvedimento notificato dai militari che l’hanno arrestato e portato alla casa circondariale di Perugia – Capanne a disposizione della magistratura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento