menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salute e sicurezza sul lavoro, finanziata la ricerca del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia

Maxi finanziamento Inail per una piattaforma web innovativa

Condivisione, confronto, miglioramento. Su scala nazionale e in modo simultaneo. Ovvero: una piattaforma web per la salute e sicurezza sul lavoro. Il progetto di ricerca del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia ottiene il maxi finanziamento dell'Inail. Quattrocentomila euro in totale è il valore del progetto, comprensivo del cofinanziamento da parte del Dipartimento.

Il responsabile scientifico nazionale è il professor Antonio Preteroti, titolare della Cattedra di Diritto del lavoro presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia. 

Il gruppo di ricerca, invece, è costituito dal Dipartimento di Giurisprudenza, quale capofila, dalla Fondazione Giuseppe Di Vittorio, dal Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Cagliari e da I.A.L. nazionale s.r.l. 

Come spiegano dal Dipartimento di Giurisprudenza, “si tratta dell’unico progetto di ricerca Inail “BRiC 2019 Piano Attivita? di Ricerca 2019-2021” presieduto a livello nazionale da un Dipartimento di scienze giuridiche”. 

La ricerca porterà a una piattaforma innovativa: “Nei prossimi 2 anni - spiega il Dipartimento dell'Unipg - verrà aperta al pubblico una piattaforma web dedicata ai Rappresentanti dei lavoratori per la Sicurezza, con il sostegno delle confederazioni Cgil, Cisl e Uil, nella quale potranno essere diffusi materiali informativi di natura giuridica e sindacale, comunicazioni relative ad eventi formativi in materia di sicurezza, potranno essere elaborate e condivise best practices per la prevenzione dei rischi e la protezione dei lavoratori, così come potranno essere aperti forum di dibattito e confronto su temi di attualità”.

L’obiettivo della ricerca e della piattaforma in progettazione “non è solo quello di favorire la condivisione di informazioni e buone pratiche in materia di sicurezza sul lavoro, ma di permettere che ciò avvenga su scala nazionale e in modo simultaneo, anche per mezzo di uno spazio libero aperto a domande e risposte tra i rappresentati dei lavoratori per la sicurezza e i rappresentanti sindacali di tutto il Paese”, sottolineano dal Dipartimento di Giurisprudenza. 

Il progetto di ricerca si muove in un arco di tempo lungo due anni: “Nella prima annualità  saranno esplorate le potenzialità dell’apertura al pubblico con un primo campione di rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza”. Quindi, spiega il Dipartimento dell'Unipg, capofila del progetto di ricerca, “nella fase di avvio del progetto sarà preliminarmente creato un comitato di redazione composto da esperti in tema di salute e sicurezza sul lavoro delle sigle sindacali, dagli enti di ricerca e da Inail”. E ancora: “Sarà inoltre creato un archivio della documentazione per soddisfare il bisogno informativo degli utenti e sarà favorito lo scambio di informazioni con gli stessi, anche mediante la realizzazione di un workshop. Sarà favorito l'interscambio di informazioni tra esperti che operano in materia di sicurezza nonché tra gli utenti stessi”.

Il progetto di ricerca passerà dalla sperimentazione alla raccolta dati: “Alla fine del periodo di sperimentazione - spiega il Dipartimento - i partners analizzeranno i dati raccolti, con l'obiettivo di mettere a punto la funzionalità della piattaforma nella prospettiva di immettere nel web in maniera definitiva tale innovativo strumento”. 

Così si passa alla seconda annualità: “L'obiettivo di rendere pubblica la piattaforma sarà sviluppato nella seconda annualità del progetto, assicurando una cadenza periodica nella raccolta del materiale e nella proposta di temi di riflessione. A tal fine sarà anche favorita la stipula di convenzioni di partenariato con altri soggetti per implementare la piattaforma”, conclude il Dipartimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento