rotate-mobile
Attualità

Università di Perugia, ritorno alla normalità con il Green Pass: riapertura al 100% di aule, spazi studio e biblioteche dei dipartimenti

Esulta l'Udu: "E' il coronamento di una battaglia che abbiamo portato avanti nelle piazze e nelle sedi istituzionali dall'inizio dell'anno accademico"

Il decreto 2844 del rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, è firmato e pubblicato. Così l'Università degli Studi di Perugia torna alla normalità con la riapertura al 100% delle aule, degli spazi studio e delle biblioteche dei dipartimenti. Il provvedimento del rettore approva il 'Protocollo di gestione delle fasi 2 e 3 dell’emergenza sanitaria Covid-19' e il nuovo aggiornamento. 

La decorrenza, si legge, "è dalla data di approvazione dell’aggiornamento con Decreto rettorale (18 novembre 2021, ndr ) fino al 31 dicembre 2021 (termine di scadenza dello stato di emergenza sanitaria)". 

"Le attività didattiche e curriculari, ivi inclusi gli esami di profitto e di laurea,  - si legge nel protocollo aggiornato - sono svolte prioritariamente in presenza. L’utilizzo delle aule e dei laboratori è ordinariamente garantito al 100% della capienza dei posti disponibili, al fine di assicurare la più ampia partecipazione in presenza di studentesse e studenti alle attività didattiche e curriculari. L’accesso alle aule e ai laboratori è libero, non è pertanto necessaria la prenotazione del posto in presenza".

Ma serve comunque il Green Pass: "Possono partecipare alle attività in presenza - spiega il protocollo - i soli studenti in possesso della certificazione verde Covid-19". Il protocollo specifica anche che "l’accesso alle biblioteche e ai relativi spazi studio è consentito solo agli studenti in possesso della certificazione verde Covid-19".

Per quanto riguarda la dad "è comunque confermata l’erogazione delle attività didattiche e curriculari (ivi inclusi gli esami di profitto e di laurea) anche in modalità telematica: pertanto gli studenti potranno seguire i corsi interamente online o in presenza". E ancora, sempre dal protocollo: "Lo svolgimento delle attività laboratoriali, delle esercitazioni e dei tirocini formativi avviene prioritariamente in presenza, ma è confermata anche la modalità on line". 

E l'Udu esulta. "Esprimiamo soddisfazione per questo importante risultato, con cui riportiamo al 100% la capienza di aule universitarie, spazi studio e biblioteche. È una vittoria della rappresentanza e di tutta la comunità studentesca e accademica. Abbiamo ottenuto grandi aperture anche sul mantenimento della Dad in parallelo all'attività in presenza per tutto l'anno accademico, altra richiesta che va incontro alle esigenze di tanti", annuncia il Presidente del Consiglio degli Studenti, Gianluca Menichelli.

"La riapertura al 100% - fa eco Aleph Bononi, vice coordinatore della Sinistra Universitaria - Udu Perugia - è il coronamento di una battaglia che abbiamo portato avanti nelle piazze e nelle sedi istituzionali dall'inizio dell'anno accademico. Le soluzioni che abbiamo proposto sono state ascoltate e fatte proprie dall'amministrazione di ateneo con cui abbiamo mantenuto un confronto costante e molto produttivo. Ora - conclude - dobbiamo lavorare su soluzioni di medio periodo per aumentare la disponibilità di aule studio e  prolungare gli orari di apertura delle biblioteche di ateneo, oltre a portare a termine il protocollo che doterà il dipartimento di Fissuf, che ha strutturali problemi di affollamento, di nuovi spazi per alleggerire la pressione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università di Perugia, ritorno alla normalità con il Green Pass: riapertura al 100% di aule, spazi studio e biblioteche dei dipartimenti

PerugiaToday è in caricamento