rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Attualità

STORIE DEL TERRITORIO | Un sogno diviso tre: a Montemorcino nasce l'Olympus Sporting Club dall'idea di tre giovani coraggiosi amanti dello sport

Tre campi da padel, uno da calcetto e una location unica all'interno della città di Perugia, in un luogo simbolo per tanti giovani che vuole tornare ad essere significativo

Tre giovani tra i 28 e i 30 anni con un’idea bella e coraggiosa. Lorenzo Aquino, Andrea Boco e Jacopo Ugo Marcacci lo scorso 10 Settembre hanno visto il loro sogno diventare realtà con l'inaugurazione dell’Olympus Sporting Club a Montemorcino, Perugia. Un centro sportivo dedicato al padel, lo sport più amato e diffuso in questo momento, con tre campi nuovissimi e uno da calcio a 5. In uno dei luoghi più belli della città.

Il 10 settembre scorso, alla presenza di varie istituzioni, tra cui l’assessore allo sport del Comune di Perugia, Pastorelli, e l’amministratore dioceseano Mons. Marco Salvi (la proprietà del luogo è della Diocesi di Perugia - Città della Pieve), l'impianto è stato inaugurato con una grande festa all’insegna delle famiglie, della musica e del divertimento.

“L’idea è nata alcuni anni fa - racconta Lorenzo Aquino a Perugia Today - tutti e tre siamo appassionati di sport con trascorsi sportivi sia agonistici, sia socio educativi ed esperienza nell’organizzazione di eventi legati allo sport, come ad esempio la Star Cup diocesana.
Inoltre siamo tutti cresciuti in questo luogo, che per noi è sempre stato importante, tra oratori, centro sportivo, etc... Quando è nata la nostra idea, la società calcistica storicamente qui presente non aveva rinnovato il contratto d’uso dei campi e così noi abbiamo pensato che sarebbe stato utile e bello creare qui una nuova realtà legata allo sport per ridare vita a un posto così bello e significativo per tante generazioni di giovani della città e molto caro alla diocesi perugina”.

Quando tempo ci è voluto per rendere operativo questo progetto?
"Ci sono stati tempi abbastanza lunghi per via della burocrazia. Ci sono tanti cambiamenti in corso e anche il nuovo progetto di riqualificazione di Montemorcino, quindi le cose sono andate più lente di quello che pensavamo. Inoltre non è stato facile trovare un istituto bancario disposto a concederci un credito. Alla fine, grazie al sostegno di Banca Intesa Sanpaolo, siamo riusciti ad ottenere il prestito, costruire i campi, ristrutturare gli spogliatoi e avviare il bar.
L’Olympus Sporting Club funzionerà come tutti i campi, vi si potranno organizzare eventi e tornei; inoltre abbiamo voluto investire sul calcio a 5 che è un’attività che sta morendo sia dal punto di vista delle strutture (è difficile trovarne di nuove) che da quello del gioco. A noi il calcio a 5 ha sempre appassionato e abbiamo puntato anche su questo”.

Un grande sogno sembra così facile da realizzare… è stato così?
“No, non come pensavamo. Innanzitutto abbiamo dovuto fare i conti con il ‘coraggio’ di lanciarsi in un’idea imprenditoriale, dato che come generazione non ci siamo abituati. Inoltre si tratta di un mondo a noi sconosciuto, che mette ansia e paura… C’è poca fiducia nella società e nel futuro, vedendo gli scenari socio politici quotidiani è molto difficile fare impresa… sarebbe certo più tranquillo pensare al proprio posticino dietro a una scrivania… e stiamo invece scoprendo adesso e imparando tanto da questa nuova esperienza, che abbiamo fame di imparare sempre di più”.

Un grosso in bocca al lupo a questi giovani coraggiosi per la loro impresa!

STORIE DEL TERRITORIO | Un sogno diviso tre: a Montemorcino nasce l'Olympus Sporting Club dall'idea di tre giovani coraggiosi amanti dello sport

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

STORIE DEL TERRITORIO | Un sogno diviso tre: a Montemorcino nasce l'Olympus Sporting Club dall'idea di tre giovani coraggiosi amanti dello sport

PerugiaToday è in caricamento