Attualità

Perugia, ordinanza del sindaco per evitare gli sprechi d'acqua: le regole, multe fino a 500 euro

Ordinanza urgente del sindaco di Perugia, Andrea Romizi, "per il risparmio e l’uso razionale" dell'acqua

Ordinanza urgente del sindaco di Perugia, Andrea Romizi, "per il risparmio e l’uso razionale" dell'acqua. 

Il provvedimento, in vigore dal 14 luglio al 30 settembre, prevede: "il divieto di prelievo di acqua dalla rete idrica per scopi diversi da quelli domestico-sanitari, come ad esempio l'irrigazione di orti e giardini, il lavaggio di veicoli, cortili e strade private, il riempimento di piscine, fontane ornamentali, etc", "i prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per gli usi idropotabile, sanitario, zootecnico e per tutte le altre attività ugualmente autorizzate per le quali necessiti l’acqua potabile", "è consentito il riempimento di piscine oggetto di attività commerciale o associativa, nonché l’irrigazione di strutture sportive sempre destinate a dette attività, soltanto previo contatto con il gestore del Servizio Idrico al fine di concordare modalità e precauzioni necessarie", "sono escluse dalla presente ordinanza le attività dei servizi pubblici di igiene urbana per i quali, comunque, dovranno essere assunti comportamenti utili a contenere gli sprechi".

L’inosservanza dell'ordinanza comporterà multe fino a 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, ordinanza del sindaco per evitare gli sprechi d'acqua: le regole, multe fino a 500 euro
PerugiaToday è in caricamento