Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Fiera dei Morti, un giorno in più e 600 espositori: tutte le novità

L’edizione 2022 dura un giorno in più e registra anche il ritorno dell’acropoli di tutte le sei città gemellate con Perugia

Dal primo al 6 novembre torna l’appuntamento annuale con la Fiera dei Morti. Previsti 518 banchi a Pian di Massiano, in piazzale Umbra Jazz (orario 9.00-21.00), e 80 in centro storico (orario 10.00-20.00). L’edizione 2022 dura un giorno in più e registra anche il ritorno dell’acropoli di tutte le sei città gemellate con Perugia. 

FOTO - Perugia, Fiera dei Morti 2022: l'inaugurazione

Presenti al doppio taglio del nastro a Pian di Massiano e in piazza Italia l’assessore al commercio Clara Pastorelli, l’assessore alla sicurezza Luca Merli, il dirigente dell’Unità operativa Servizi alle imprese Roberto Ciccarelli, la comandante della polizia locale Nicoletta Caponi, la vicecomandante Antonella Vitali, il presidente di Confcommercio Perugia e del Consorzio Perugia in centro Sergio Mercuri, Marco Brilli (Brilli&Partners), il consigliere regionale Tommaso Bori e la consigliera comunale Sarah Bistocchi. In piazza Italia anche il sottosegretario agli Interni Emanuele Prisco.

Grande afflusso di visitatori a Pian di Massiano sin dall’apertura degli stand, come rilevato dall’assessore Pastorelli, che ha portato anche i saluti del sindaco Andrea Romizi.

“Dopo il difficile periodo segnato dal Covid la fiera torna nella sua massima espressione – ha detto Pastorelli -. Sono ben 518 i banchi a piazzale Umbria Jazz, dove l’organizzazione è in capo al Comune, e anche il centro ripropone un’offerta ampia e di qualità altissima su organizzazione del Consorzio e allestimento di Brilli&Partners, senza dimenticare i quasi 20 stand delle sei città gemelle, finalmente tornate da noi al completo”. L’assessore ha ricordato la novità del prolungamento di un giorno per venire incontro alle esigenze degli operatori economici e degli stessi visitatori. “Ci aspettiamo che l’affluenza continui a essere alta fino a domenica compresa – ha aggiunto Pastorelli -e che tanti concittadini colgano l’occasione per tornare a frequentare anche la nostra acropoli, dove l’offerta è senz’altro all’altezza delle bellezze architettoniche di Perugia. Uno speciale ringraziamento a quanti lavorano all’organizzazione e contribuiscono, come l’Assessorato alla sicurezza, al buon andamento di questa che resta una delle manifestazioni più importanti del territorio”.

L’assessore Merli ha ricordato che “per il presidio della viabilità è in prima linea la polizia locale, che ha intensificato i controlli e svolgerà servizi mirati anche all’interno della fiera insieme a tutte le forze di polizia a competenza generale. La raccomandazione che facciamo ai visitatori è di fare attenzione ai loro oggetti personali negli spostamenti all’interno della manifestazione. Siamo tornati a svolgere un grande evento in piena libertà dopo due anni di Covid e ci sono i presupposti perché sia una grande festa per tutti”.

La comandante Caponi ha raccomandato attenzione sia per quanto riguarda la viabilità, evitando di parcheggiare a ridosso dell’area di fiera in modo da favorire un deflusso fluido, sia all’interno dell’area, evitando di creare assembramenti.

“Il Consorzio Perugia in centro – ha invece spiegato il presidente Mercuri - è attivo nell’importante opera di valorizzazione del territorio con manifestazioni che portano un pubblico qualificato in centro storico. L’onda lunga della bella stagione ha denotato un’importante presenza di turisti e cittadini nelle ultime settimane, ciò ha permesso di attenuare gli effetti della crisi del commercio, dovuta al calo dei consumi e all’incremento dei costi di gestione, con particolare riferimento all’aumento dei costi energetici e ai fenomeni inflattivi. Come in tutte le manifestazioni dai noi promosse, vi è grande attenzione per l’armonia e la cura degli allestimenti, da sempre non invasivi per non soffocare la città e le sue bellezze monumentali, ma anzi per valorizzare un territorio di pregio, in equilibrio con le occupazioni di bar e ristoranti, oltre che per creare un’importante opportunità per le attività commerciali e artigianali del centro storico”.

Per Marco Brilli “questo grande esordio, dovuto anche al bel tempo e al lavoro sulla pubblicità, con tantissimi visitatori anche da fuori Perugia, conferma che la fiera è uno straordinario attrattore. In centro siamo riusciti a posizionare 110 banchi per circa 80 espositori, in felice integrazione con i dehors. Una convivenza davvero proficua”.

La Fiera dei Morti in centro

"Da circa dieci anni - scrive il Comune di Perugia - la fiera è tornata anche nella sua sede originaria, l’acropoli perugina, con espositori selezionati da tutta Italia e dall’estero. L’organizzazione è in capo al Consorzio Perugia in centro con allestimento a cura di Brilli&Partners. Artigianato di qualità, tipicità gastronomiche regionali, piante e fiori, articoli per la casa, abbigliamento e accessori sono alcune delle tipologie merceologiche che si potranno trovare passeggiando lungo le eleganti vie del centro per un totale di circa 80 espositori".

Il centro, prosegue Palazzo dei Priori, "accoglie anche le produzioni artigianali delle città gemellate con il capoluogo umbro, che regalano alla fiera un inconfondibile carattere internazionale".

Ecco nel dettaglio l’articolazione della kermesse sull’acropoli.

Corso Vannucci / via Mazzini / via Fani: artigianato (pelletteria, piante e fiori, bigiotteria, ceramica, giocattoli in legno, articoli per la casa, calzature, abbigliamento, libri, quadri dipinti a mano, specialità gastronomiche di piccole aziende agricole locali e nazionali).

Piazza Matteotti: enogastronomia dalle regioni d’Italia (Umbria, Puglia, Lombardia, Trentino Alto Adige, Sardegna, Calabria, Piemonte, Sicilia).

Piazza Italia: Villaggio delle Città Gemelle.

Portici della Prefettura e Provincia (piazza Italia): artigianato (pelletteria, abbigliamento e accessori fatti a mano, artigianato in legno, vintage).

Mercato delle Città gemellate

In Piazza Italia ci sarà il Mercato delle Città gemellate, che proporrà i prodotti tipici dell’artigianato e della gastronomia di Aix-en-Provence (Francia), Bratislava (Slovacchia), Potsdam (Germania), Tübingen (Germania), Grand Rapids (Michigan-Usa) e Seattle (Stato di Washington-Usa).

Dalla Provenza, terra del sud della Francia, la gemella Aix en Provence propone salumi e formaggi francesi/provenzali, profumatissime spezie, tè e infusi da tutto il mondo, paté, mostarde, vino e miele, tessuti e biancheria per la casa in stile provenzale, confezioni di lavanda e saponi provenzali.

Da Bratislava, l’artigianato tipico della Slovacchia: decorazioni natalizie, utensili per la casa in legno lavorati a mano, oggettistica e lampade in ceramica e in vetro, tappeti intrecciati a mano. Inoltre, negli stand della gastronomia slovacca non mancheranno wurst grigliati e formaggio.

Da Potsdam, l’antica arte tintoria del Blaudruck, tipica e secolare tecnica artigianale di tintura di blu indaco: tovaglie, foulard, stoffe. Previsto anche uno stand di promozione turistica con materiale informativo, brochure e calendari per far conoscere ai visitatori le più suggestive attrazioni della città.

Dal Sud della Germania, Tübingen è presente in piazza Italia con uno stand di sete dipinte a mano e prodotti artigianali realizzati su stoffe, spille e collane.

Quest’anno saranno presenti anche le città americane di Grand Rapids e Seattle, con frutta secca, popcorn, il vero sciroppo d’acero del Michigan, salmone della Costa Nord Occidentale, nonché materiale informativo e promozionale del gemellaggio.

Fiera dei Morti, biglietto speciale del Minimetrò

Dal 1° al 6 novembre, sarà emesso il titolo di viaggio giornaliero Fiera dei Morti UP acquistabile presso le macchine di vendita automatiche del minimetrò e la biglietteria minimetrò presso la stazione di Pian di Massiano, che sarà aperta straordinariamente il 1°-5-6 novembre in orario 11.00-19.00 (orario ordinario lunedì-venerdì: 9.00-13 e 15.30-19.00). Gli orari del minimetrò restano invariati: martedì 1° novembre: 9.00-20.45; da mercoledì 2 a sabato 5 novembre: 7.00-21.05; domenica 6 novembre: 9.00-20.45.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera dei Morti, un giorno in più e 600 espositori: tutte le novità
PerugiaToday è in caricamento