Coronavirus, ogni giorno 20 persone in fila all'emporio Caritas e 1.500 famiglie chiedono aiuto

Cresciuto del 32% il numero dei nuclei familiari che non arrivano a fine mese. Don Marco Briziarelli: "L'anno prossimo un telefono amico per i tanti anziani soli"

La Caritas diocesana di Perugia sostiene 1.500 famiglie in gravi difficoltà, con un incremento del 32% dall’inizio della pandemia, con una prospettiva che va ad aumentare costantemente. Ogni giorno al Centro d’ascolto diocesano ci sono 20 persone che chiedono aiuto.

“Nel Centro d’ascolto diocesano, presso il ‘Villaggio della Carità - Sorella Provvidenza’ di Perugia, e nei Centri d’ascolto delle Caritas parrocchiali bussa tantissima gente, tantissime famiglie che hanno bisogno di cibo, di vestiti ma anche in piena emergenza abitativa – afferma don Briziarelli - Mi piace sottolineare anche altre forme di povertà, la solitudine e la fatica, le tante famiglie che hanno bisogno di essere ascoltate, perché scoraggiate, perché spaventate. Tante volte ci sentiamo dire ‘non riusciamo a vedere la fine’, e raccogliamo tantissime lacrime e tantissima sofferenza di famiglie che sono spaventate”

Domenica 15 novembre si celebra IV Giornata mondiale dei poveri, voluta e indetta quattro anni fa da papa Francesco il cui tema è “Tendi la tua mano al povero”. L’emergenza sanitaria non permette di organizzare eventi e manifestazioni, “ma facciamo nostro questo impegno prima di tutto ad unirci in preghiera, vivendo domenica prossima all’insegna della promozione della carità nell’avere uno sguardo di misericordia e di apertura verso i nostri poveri – dice don Marco - Siamo chiamati in prima persona, in questo difficile periodo, a guardare le povertà di chi ci è accanto, povertà materiali, povertà spirituali, povertà di solitudine”.

E riflettendo proprio sulla pandemia in corso, il direttore della Caritas diocesana, oltre che fornire i dati sulle 1.500 famiglie in gravi difficoltà da sostenere e le oltre 20 persone che ogni giorno frequentano la Caritas diocesana, “ci sono tantissimi anziani soli verso i quali stiamo elaborando un nuovo progetto che attueremo nel 2021 – annuncia don Briziarelli – mettendo a disposizione anche un ‘telefono amico’ per ricevere una parola di conforto e di incoraggiamento nei momenti di maggiore solitudine e paura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento