rotate-mobile
Volley

Bartoccini Fortinfissi Perugia, la lotta salvezza si infiamma. E Roma esonera il coach

La presa di Roma consente alle magliette nere di uscire dalla zona retrocessione ma è vietato abbassare la guardia. Domenica c'è Novara

Finalmente la Bartoccini Fortinfissi Perugia si è sbloccata. Erano oltre due mesi che non arrivava una vittoria (lo scorso 13 novembre a Trento) e la situazione oggettivamente si stava facendo pesantissima: il 3-1 del PalaEur ha dato una svolta alle ragazze di Luca Cristofani, che per effetto dei tre punti messi in cascina sono fuori dalla zona retrocessione. Tuttavia sarebbe un grave errore pensare che i problemi siano risolti: la strada è lunga e, anche se il gruppo a dimostrato di essersi scrollato di dosso il "caso Diouf", la rosa è incompleta e dovrà essere integrata con il nuovo opposto. Inoltre il calendario del prossimo turno non aiuta certamente le magliette nere: domenica 6 febbraio alle ore 17 arriverà la lanciatissima Novara, una delle squadre in assoluto più forti del campionato, ed una prestazione di alto livello potrebbe non bastare. La cosa fondamentale sarà dunque continuare a mettere in campo entusiasmo cercando di fare sempre la prestazione indipendentemente da quello che sarà il risultato finale, soprattutto degli importantissimi e decisivi scontri diretti, che decideranno la permanenza nella massima serie.

IL CALENDARIO DELLE RIVALI - Partiamo da Volley Bergamo 1991, ultima in classifica (9 punti), anche se deve recuperare due partite. Le orobiche ospiteranno Casalmaggiore (13) e si preannuncia una sfida dal grande equilibrio malgrado le differenze di classifica. Tuttavia le rosanero se non vogliono rimanere invischiate nella zona calda non possono permettersi di perdere troppi punti. Poi la Delta Despar Trentino (10), che sarà attesa da una trasferta pressochè proibitiva a Chieri. Trasferta a Firenze poi per l'Acqua & Sapone Roma (10), mentre infine Vallefoglia (12) ospiterà Cuneo, altra formazione piuttosto in forma. Insomma, non sono attesi particolari scossoni in coda, ma sarà proibito per chi si è guadagnato con tanti sacrifici un posto al sole, tra cui Perugia, abbassare la guardia. 

A ROMA SI CAMBIA - La sconfitta contro Perugia ha fatto saltare la panchina di Stefano Saja, licenziato questa mattina dai capitolini. Chiamato a risollevare le sorti delle giallorosse è stato chiamato Andrea Mafrici, da tre anni nei quadri tecnici della società, che si affida dunque ad una soluzione interna (era il vice dello stesso Saja) per cercare di riprendere quota. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bartoccini Fortinfissi Perugia, la lotta salvezza si infiamma. E Roma esonera il coach

PerugiaToday è in caricamento