Lunedì, 15 Luglio 2024
PROVINCIA Gualdo Tadino

Uccisa durante una rapina, il compagno di Gualdo Tadino: "Dovevamo sposarci tra un mese"

Lussemburgo, la donna, 46 anni, è stata trovata morta nel locale dove lavorava nella capitale

"Non posso ancora crederci... Eravamo felici, mi hanno strappato l’anima, sei stata sempre la migliore tra noi due, non riesco ad accettarlo". Sauro Diogenici, originario di Gualdo Tadino, è il compagno di Sonia di Pinto, 46 anni, molisana originaria di Petacciato, in provincia di Campobasso, è stata trovata morta la mattina di Pasqua nel seminterrato del pub in cui lavorava a Lussemburgo.

Avrebbero dovuto sposarsi a metà maggio. "Non me l’hanno fatta vedere, mi hanno solo detto che un gran colpo le ha fracassato il cranio. Domani ci sarà l’autopsia", ha dichiarato all’Ansa il compagno della vittima. Con ogni probabilità rimasta vittima di una rapina: dalle prime informazioni, mancherebbero tremila euro dagli incassi. Informazioni preziose per le indagini potrebbero arrivare dalle telecamere di videosorveglianza attive nella zona attorno al locale.

"Penso a una rapina, non credo sia stato premeditato – ha riferito l’uomo – Era una persona tranquilla. Faceva il suo lavoro e lo faceva bene. Convivevamo da 5 anni, ci saremmo dovuti sposare il 14 maggio. Lei era solita rientrare tardi, quando io già dormivo. Ieri al mio risveglio non c’era, ho pensato fosse uscita. Aspettavamo amici a pranzo... invece l’hanno uccisa".

"Il primo cittadino di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, ha voluto porgere le proprie condoglianze a Diogenici, in passato presidente del Medioevo Fossatano, cui l'associazione ha voluto dedicare un pensiero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa durante una rapina, il compagno di Gualdo Tadino: "Dovevamo sposarci tra un mese"
PerugiaToday è in caricamento