Venerdì, 19 Luglio 2024
PROVINCIA Città di Castello

Città di Castello, contro la crisi da Covid ecco i buoni spesa e rimborsi delle utenze a 485 famiglie

In totale l'investimento sarà di 140 mila euro finanziato con le risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Oltre a 140 mila euro per 485 famiglie: il comune tifernate vicino alle famiglie in difficoltà.

A fare il punto è l'assessore Benedetta Calagreti, sottolineando “la soddisfazione di poter accogliere la quasi totalità delle domande presentate dai cittadini, ad eccezione, purtroppo, di quelle che non presentavano i requisiti necessari per essere ammesse ai contributi”. In tutto sono state 543 le istanze pervenute agli uffici dei Servizi Sociali entro la scadenza del 9 gennaio scorso, che era stata prorogata rispetto all’iniziale termine del 31 dicembre 2021 per consentire la maggiore adesione possibile all’avviso pubblico, finanziato con le risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Benedetta Calagreti-2

Delle 485 domande inserite in graduatoria, 83 riguardano la richiesta di rimborso delle bollette per le utenze domestiche.

“La possibilità di beneficiare di un contributo per i costi di acqua, luce, gas è la novità che abbiamo introdotto nell’avviso pubblico rispetto ai precedenti interventi finalizzati a sostenere i cittadini nella complessa situazione creata dalla pandemia – osserva Calagreti – e il fatto che oltre 80 famiglie abbiano richiesto i rimborsi per le utenze domestiche testimonia la difficile condizione che molti tifernati vivono in questo momento, dovuta sia alle difficoltà economiche legate alla pandemia, ma anche ai rincari delle bollette visti finora, che purtroppo probabilmente continueranno a esserci nei prossimi mesi”.

“Ecco perché – precisa l’assessore - come amministrazione comunale cercheremo ancora di farci carico di tutte le piccole e grandi difficoltà dei nostri cittadini, nella speranza di una celere ripresa dell’economia del paese.”

Le famiglie beneficiarie riceveranno contributi compresi tra 130 a 400 euro, in base al numero dei componenti, maggiorati fino a 50 euro in relazione alla presenza di minori di età compresa tra zero e tre anni o di componenti con disabilità grave.

Buoni spesa hi-tech-2

Nel caso dei buoni spesa, con cui si potranno effettuare acquisti entro e non oltre il 28 febbraio 2022, la somma assegnata potrà essere utilizzata esibendo la tessera sanitaria negli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.

La graduatoria verrà pubblicata nel portale web istituzionale del Comune di Città di Castello con la massima riservatezza: ciascun cittadino sarà identificato tramite numero identificativo ID rilasciato dalla piattaforma web e riceverà una comunicazione formale dell’esito della domanda presentata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, contro la crisi da Covid ecco i buoni spesa e rimborsi delle utenze a 485 famiglie
PerugiaToday è in caricamento