menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia e la peruginità raccontata da tre generazioni di comunicatori e artisti

Tre generazioni di comunicatori in aiuto della pro Ponte. L’attivissima associazione ponteggiana visita, a Palazzo Della Penna, la mostra “La Tv prima e dopo Carosello”, a cura di Fabio Melelli e Luciano Zeetti: la più popolare e originale iniziativa fin qui riferibile all’amministrazione in carica. La mostra è peraltro documentata da un prezioso catalogo a firma di Melelli, edito da Aguaplano-Officina del libro. L’istallazione è stata curata e messa a punto dalla Totem di Paolo Ballerani: azienda di servizi d’arte che costituisce un vanto della città di Perugia. È toccato al curatore Fabio Melelli accompagnare “gli Etruschi del Tevere” alla visita guidata.

Ma  l’evento è andato ben oltre in quanto, dopo un momento di convivialità consumato nella sede di in via Tramontani, un autentico tris d’assi si è speso per proseguire nella narrazione, stavolta piegata sul versante identitario della peruginità. Tre generazioni di comunicatori, rappresentate dallo storico regista Rai Gino Goti, dal critico e storico del cinema Fabio Melelli, dal film maker, ricercatore, mass-mediologo e musicista Michele Patucca.

Momenti punteggiati dalla visione di film girati a Perugia, con commenti e sottolineature di grande interesse, sulla falsariga della storica mostra, curata dallo stesso Melelli, presso palazzo Baldeschi. Le persone che affollavano la sede di Volumnia hanno insistentemente richiesto un replay, sulla falsariga di quanto già proposto. Palmerini ha omaggiato Melelli di un ricordo della serata. I magnifici tre della comunicazione perugina si sono impegnati, col presidente Antonello Palmerini e coi soci, ad essere presenti in altre occasioni di cultura e socialità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento