rotate-mobile
Eventi Todi

Todi Festival 2024, ecco il manifesto: lo firma l'artista Mark di Suvero

La presenza di Mark di Suvero è frutto della collaborazione con il Comune di Todi e la Fondazione Progetti Beverly Pepper

Aspettando Todi Festival 2024, in programma dal 24 agosto al 1° settembre, prosegue la tradizione di affidare a celebri artisti contemporanei l’immagine dell’evento. È infatti Mark di Suvero a firmare il manifesto che accompagnerà la promozione e lo svolgimento della prossima XXXVIIIa edizione con la direzione artistica di Eugenio Guarducci.
"Ci stiamo avvicinando al quarantennale della manifestazione - commenta il sindaco Antonino Ruggiano - e la presenza di Mark di Suvero a Todi è una sorta di regalo anticipato, il vertice di un crescendo artistico difficile da immaginare per una realtà come la nostra ma che, grazie al festival e all'arte contemporanea, può continuare a coltivare grandi ambizioni in termini di immagine internazionale e di vita culturale. L'omaggio di Mark di Suvero alla città di Todi non si limiterà al manifesto e alla mostra, ma si tratta davvero di una bellissima sorpresa che potremo svelare solo più avanti".
Pioniere nell’uso del ferro, di Suvero non ha pari nelle esposizioni di arte pubblica in tutto il mondo. Le sue sculture su scala architettonica - molte delle quali presentano elementi mobili che invitano l’osservatore a interagirvi - sono state installate negli Stati Uniti, in Francia, in Olanda, in Italia, in Spagna, in Germania, in Australia, in Giappone e nel Regno Unito. I suoi lavori sono presenti in oltre cento musei e collezioni pubbliche, incluso l’Hirshhorn Museum and Sculpture Garden, il Metropolitan Museum of American Art, il Walker Art Center e lo Storm King Art Center dove ha tenuto tre grandi mostre.
"Ho scelto quest'opera per il Manifesto del Festival - dichiara Mark di Suvero - perché fa parte di una serie di litografie che amo molto. La litografia per me è un modo di fare arte per tutti, invece di creare un oggetto per il mercato dell'arte che non tutti possono permettersi. La litografia è un modo di rendere l'arte accessibile ai più. Sono onorato che questa mia opera diventi il manifesto del Todi Festival 2024".
La presenza di Mark di Suvero è frutto della collaborazione con il Comune di Todi e la Fondazione Progetti Beverly Pepper con la quale Todi Festival ha rinnovato la proficua sinergia iniziata tre anni fa.
“Per l'edizione 2024 - afferma Elisa Veschini, Presidente della Fondazione Progetti Beverly Pepper - la nostra Fondazione ha lavorato a un progetto su scala internazionale grazie all'invito e alla partecipazione del celebre scultore americano Mark di Suvero. La sua presenza contribuirà certamente a elevare il prestigio di Todi Festival a livello globale consolidando al contempo la nostra collaborazione e il nostro impegno a costruire ponti culturali che superino i confini geografici, nell'ispirazione e coinvolgimento del pubblico di tutto il mondo”.
In omaggio all’artista, il Comune di Todi ha programmato una mostra personale che sarà allestita nella Sala delle Pietre, situata al primo piano del Palazzo del Popolo. L’esposizione verrà inaugurata Sabato 24 Agosto, nel corso della prima giornata di Todi Festival.
“Mark di Suvero - dichiara Marco Tonelli, Curatore della Mostra - è uno degli ultimi e più riconosciuti protagonisti, unico ancora in attività, della scena internazionale della cosiddetta scultura post-industriale, insieme a David Smith,  Richard Serra, Eduardo Chillida, Beverly Pepper, tra i quali si distingue per il coinvolgimento sociale e politico delle sue opere spesso agibili in spazi urbani e naturali. La mostra personale dal titolo SPACETIME, presenta una serie di recenti e intriganti dipinti realizzati con vernici fluorescenti, che rimandano ai suoi spazi scultorei energici e avvolgenti e sempre aperti a letture imprevedibili e disposte al confronto col mondo esterno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Todi Festival 2024, ecco il manifesto: lo firma l'artista Mark di Suvero

PerugiaToday è in caricamento