Deruta, un 2 Giugno in streaming leggendo la Costituzione

Rimandate le manifestazioni con il pubblico per rispetto delle norme anti assembramento, i giovani saranno i protagonisti dei festeggiamenti: in loro il futuro della società

Il comune di Dureta si appresta a celebrare il 74°anniversario della fondazione della Repubblica Italiana e lo fa dando appuntamento ai cittadini sulla pagina Facebook comunale, dove andrà in diretta streaming il collegamentocon la sala del Consiglio comunale, in cui - a partire dalle 11.15 - verranno letti alcuni articoli della Costituzione. Presenti saranno solamente i consiglieri e i giovani della Consulta comunale, oltre al magistrato Katiuscia Papi.

Sarà invece rinviata al prossimo anno la tradizionale cerimonia di consegna ai neo diciottenni della Carta Costituzionale e della bandiera d’Italia.

Il sindaco leggerà l’articolo 1 della Costituzione, i consiglieri di maggioranza e minoranza, e i giovani della Consulta ne leggeranno altri. Al magistrato, le conclusioni di questa giornata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mai come quest’anno - afferma il sindaco Alvaro Verbena - la Festa della Repubblica è così sentita e indispensabile per rafforzare quei sentimenti di unità e coesione sociale che concorrono a caratterizzare la nostra Costituzione. Il 2 giugno 1946 nasce la Repubblica e il primo gennaio 1948 entra in vigore la Costituzione. Quando venne scritta, si stava ricostruendo un nuovo mondo; oggi, a distanza di 74 anni dalla istituzione della Repubblica e 72 della Costituzione si sta ricostruendo, sebbene per ben altri motivi, un nuovo mondo. Un 2 giugno che l’Italia e anche il nostro Comune dedica, come segno di ringraziamento, a tutti quegli angeli che si sono presi cura, a vario titolo, delle persone malate durante la fase più acuta dell’emergenza sanitaria e che tuttora sono in prima linea. Ma, permettetemi, un ringraziamento anche a quanti sul territorio, con le loro donazioni, con la loro opera di volontariato e assistenza, hanno sostenuto le persone in difficoltà. Che è, in definitiva, altra parte essenziale dello spirito della nostra Costituzione. Altri protagonisti di questa giornata sono i giovani, coloro che, quest’anno, hanno compiuto i 18 anni di età. Maggiorenni che hanno acquisito l’inviolabile diritto di voto e di partecipazione alla vita democratica del nostro Paese e, dunque, della nostra città. Rivolgo ai nostri giovani l’appello di raccogliere l’eredità dei Padri costituenti che hanno scritto la Costituzione avendo a cuore l’Italia del futuro, la nostra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento