menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corciano Festival 2017, entra in scena la letteratura: il programma

Continua la 53esima edizione del Festival di Corciano. Lunedì 7 agosto alle 21.30 in Piazza Coragino, prende il via le sezione dedicata alla letteratura a cura del giornalista e scrittore Giovanni Dozzini.

Il primo appuntamento vede Fabio Stassi con il suo nuovo romanzo Angelica e le comete (Ed. Sellerio 2017). L’autore di capolavori come “La rivincita di Capablanca” e “L’ultimo ballo di Charlot racconta una storia ambientata nella Sicilia dell’Ottocento tra pupari, artisti di strada, malinconie e amori impossibili. Una favola triste, un incanto fatto di parole che sanno di infanzia e di tradizione, di malinconia e magia, quella che solo un teatro di marionette come l’opera dei pupi può dare. Insieme a lui, la giornalista Ilaria Rossini.

Seguirà, in Piazza Coragino, lo spettacolo “Orlando libera Angelica da un ladrone. Opera dei Pupi - storia dei Paladini di Francia” della compagnia  Brigliadoro di Salvatore e Luciano Bumbello. (In caso di maltempo l’evento si terrà nella sala del Consiglio Comunale).

Gli incontri della sezione letteraria continuano martedì 8 con l’omaggio del Festival a Paolo Villaggio; l’attore genovese, appena scomparso all’età di 84 anni, sarà al centro di un dibattito al quale parteciperanno Enrico Vaime, perugino, tra i massimi autori radiofonici e televisivi degli ultimi cinquant’anni, e lo scrittore bolognese Gianluca Morozzi.

Mercoledì 9 agosto uno degli appuntamenti di punta dell’intero festival: quello con Antonio Pennacchi. Lo scrittore laziale, Premio Strega 2010 con “Canale Mussolini” e autore del “Fasciocomunista”, ragionerà sulla sua opera e sul complicato e stimolante rapporto tra storia e letteratura insieme a Giovanni Dozzini. E ancora, giovedì 17 agosto ospite dell’Agosto Corcianese sarà Alberto Rollo con il suo “Un’educazione milanese” (Manni), finalista al Premio Strega 2017. Giornalista, a lungo direttore editoriale di Feltrinelli e adesso alla guida della casa editrice Baldini & Castoldi, Rollo è un intellettuale di grande spessore che in questa sorta di autobiografia narrativa ha legato a doppio filo la sua formazione umana e culturale all’evoluzione di una città, Milano, che dal Dopoguerra a oggi ha cambiato faccia molte volte. Insieme a lui, Giovanni Dozzini.

Venerdì 18 agosto sarà infine dedicato alla letteratura di casa nostra. Arriverà infatti a Corciano Eugenio Raspi, cinquantenne narnese che col suo romanzo d’esordio “Inox” (Baldini & Castoldi), accolto con grande favore dalla critica, ha raccontato come nessun altro il mondo delle Acciaierie di Terni, dove ha lavorato per vent’anni. Insieme a Raspi, finalista del Premio Calvino 2016, ci sarà Fabrizio Marcucci, direttore del magazine d’approfondimento on-line Ribalta.info.

L’ARTE A CORCIANO AL TEMPO DI FULVIO DELLA CORGNA. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento