menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anteprima di Trasimeno Music Festival con imprevisto: grande ospite a sorpresa sul palco

Il curriculum artistico della Hewitt è un’enciclopedia: è considerata, nel mondo, una delle interpreti più autorevoli e accreditate del repertorio di Bach

Piazza Borgo San Savino, Trasimeno Music Festival, edizione numero 13: anteprima con sorpresa. Ad affiancare Adi Neuhaus, anziché Luigi Carroccia, assente per indisposizione, è addirittura Angela Hewitt. Imprevista e graditissima ciliegina  sulla torta per il pubblico internazionale, accorso nella piazza del piccolo borgo, dominata dal profilo del mastio che giganteggia sul paesaggio storico circostante.

La Hewitt  –  direttore artistico di quello che è ormai unanimemente considerato uno dei più prestigiosi festival musicali in Italia e in Europa – era reduce da un viaggio impegnativo. Ma è apparsa in forma smagliante, con la sua straripante umanità, fin dal momento conviviale che ha preceduto lo strepitoso concerto.

Difatti l’amministrazione magionese (rappresentata dal vicesindaco Massimo Lagetti e dal presidente del consiglio Vanni Ruggeri), d’intesa col presidente della Pro loco di San Savino, Maurizio Orsini, ha organizzato un’accoglienza affettuosa e generosa per quanti hanno inteso partecipare a questo fortunato anticipo della kermesse che si dipana dal 28 giugno al 4 luglio in luoghi dell’Umbria di qualità.

Il curriculum artistico della Hewitt è un’enciclopedia: basti citare (come ci ricorda l’addetta alla comunicazione Patrizia Cavalletti) che Angela è stata insignita del titolo di Companion of the Order of Canada nel 2015 e ha ricevuto il titolo di Ufficiale dell’Impero Britannico nel corso delle celebrazioni per il Compleanno della Regina Elisabetta del 2006. Membro della Royal Society of Canada, è stata omaggiata con ben sette lauree ad honorem e nominata Visiting Fellow presso il Peterhouse College di Cambridge.

Quanto al livello eccelso delle sue esecuzioni, è noto che Angela è considerata, nel mondo, una delle interpreti più autorevoli e accreditate del repertorio di Bach. Il giovane Adi Neuhaus, per parte sua, ha tenuto fede alla giusta fama e ai premi internazionali ovunque conseguiti, cimentandosi in esecuzioni (tra le quali un eccelso Chopin) aventi carattere di eccezionalità. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento