Eventi

Al Jazz Club spopola il duo Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura. Con un simpatico fuori programma perugino

Hotel Brufani, Sala Raffaello. Per il Jazz Club, spopola il duo Paolo Fresu (flicorno), Daniele Di Bonaventura (bandoleon). Con un simpatico fuori programma. Carlo Pagnotta, sempre parco di parole, introduce il mito Fresu e anticipa orgogliosamente il successo delle prevendite a Orvieto, dando appuntamento per il prossimo gospel al Morlacchi. Il concerto inizia con uno straziante “Che sarà” di Caetano Veloso e il classico “Non ti scordar di me”, fra swing e valzer, registrato (dice Fresu) su sollecitazione di Ermanno Olmi per il suo “Centochiodi”.

È stato un vero viaggio nelle passioni musicali: dal Brasile, al Cile, dagli Usa alla Norvegia. Senza trascurare un passaggio della “Norma” di Bellini, vero anticipatore di gusti musicali (avrei visto piuttosto Puccini, antesignano di Gershwin). “Come si suona in una serata tra amici”, precisa Fresu. Un concerto che accontenta tutti, per la ricchezza e la varietà delle proposte. E per quel suono discreto e raffinato, che evita il bum-bum. Con qualche accorta concessione all’elettronica, ma garbata, accortamente gestita da Fresu. Dato il bandoleon, non sarebbe stato fuori luogo anche un Piazzolla. Mentre i due hanno giocato con accenni complici al tango e alla milonga, scherzosamente concessi sul finale. Un po’ per
celia…

Fuori concerto un evento speciale, col dono – da parte della dinamica Angela Quintavalle – del libro “Un sogno mediterraneo” di Roberta Capodicasa, scrittrice diversamente abile. Un momento di toccante umanità e di amicizia in cui Angela ha peraltro ricordato il suo filmato, poi divenuto virale con oltre un milione di visualizzazioni, in cui si vede lo stesso Fresu duettare – durante UJ – con un musicista in erba.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Jazz Club spopola il duo Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura. Con un simpatico fuori programma perugino

PerugiaToday è in caricamento