menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Pietralunga Riparte”, un progetto di democrazia partecipativa per la ripresa economica e sociale del territorio

Per presentare progetti da finanziare con il Recovery Plan, tutti i cittadini possono partecipare inviando idee e progetti. C'è tempo fino al 15 aprile

I cittadini con le istituzioni per il rilancio del territorio. Ha preso il via la prima fase del progetto per la ripartenza di Pietralunga, delle sue foreste e del territorio dell’Alto Tevere. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con Anci Umbria e il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, ha avviato infatti un percorso di ascolto e partecipazione per definire, insieme a tutta la comunità, valide proposte per la ripresa economica e sociale della zona. 

Tutti i cittadini, enti, associazioni, gruppi informali e politici possono presentare progetti per migliorare il proprio Paese. Chi ha un’idea e una proposta per la ripartenza di Pietralunga può inviarla fino al 15 aprile al Comune, tramite un documento scritto, un video, un audiovideo, un’immagine, compilando il form sull’apposito sito internet oppure con messenger nella pagina social dell’Amministrazione. 

Le parole del vicesindaco Radicchi

A spiegare nei dettagli la scelta di attivare un Recovery plan per il territorio è il vicesindaco Federica Radicchi: “L’emergenza sanitaria a causa del Covid-19 ha avuto e continuerà ad avere un profondo impatto anche nel nostro Comune. Una crisi profonda che rischia di compromettere il tessuto economico e sociale della nostra comunità. Per questo è necessario cominciare a ragionare insieme su come ricostruire una nuova ‘normalità’, con il contributo di tutti”.
L’obiettivo del Comune è quello di sviluppare una serie di progetti da finanziare con i fondi del Recovey Fund e altre linee di finanziamento europeo che favoriscano la crescita economica, il miglioramento della qualità della vita e i servizi di digitalizzazione. 
“Il nostro territorio riparte – continua Radicchi - puntando sulla Democrazia Partecipativa per costruire il futuro insieme. ‘Pietralunga Riparte’ è ovviamente un primo passo, l’inizio di un percorso, non il suo compimento. L’intento è quello di dare alla cittadinanza strumenti immediati che gli permettano di collaborare con le istituzioni cittadine, di fare proposte, di discuterle, di mostrare criticità, quindi di interagire e partecipare al complesso percorso decisionale. Come giunta ci stiamo impegnando al massimo per cercare di consolidare questa filosofia gestionale e concretizzarla in strumenti semplici, alla portata di tutti”. 

Un nuovo strumento web

Per sviluppare al meglio il nuovo progetto è stato creato anche il sito internet www.pietralungariparte.it. “Tramite questo portale chi vorrà potrà inviarci, da subito, le proposte, che siano piccole idee o grandi progetti. Attraverso una trasparente valutazione, quanto pervenuto sarà poi discusso, coinvolgendo i soggetti interessati, le associazioni, le istituzioni competenti e i privati cittadini portatori di interessi nel progetto. Le proposte – conclude il vicesindaco - devono riguardare realtà e attività legate al nostro territorio, oltre a costituire una possibilità di miglioramento per l’intera Comunità. Tutte le proposte saranno inserite nel sito nella sezione ‘Bacheca delle Idee’ e costituiranno la base per l’avvio di una progettazione condivisa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento