Turismo in Umbria, qualcosa si muove e la strategia funziona: "Umbriatourism.it registra un’impennata di accessi"

Sviluppumbria: "C’è voglia di ripartire, di viaggiare e l’Umbria ha tutte le carte in regola per poter accogliere i turisti in totale sicurezza"

Qualcosa si muove dopo le dolorose cancellazioni di prenotazioni causate dalla grande paura provocata dalla pandemia da coronavirus. C'è un ritorno di fiamma sia a livello nazionale che internazionale - in particolare da Inghilterra, Olanda, Francia - per le vacanze estive e autunnali (settembre-ottobre potrebbe essere il periodo ideale) post-covid in Umbria. E questo sta prendendo forma grazie sia agli operatori privati del settore che stanno contattando i vecchie clienti e stanno ben usando i social per proporre pacchetti, che al lavoro della Regione tramite gli assessorati sviluppo e turismo e soprattutto per l'impegno profuso dagli esperti di Sviluppumbria che stanno coltivando rapporti con i media.

Il segreto del ritorno di fiamma da parte dei turisti - non minimamente paragonabile ai flussi del passato - sta oltre che nel bollettino a contagi zero, nella strategia portata avanti anche sul portale www.umbriatourism.it: spazi verdi (con percorsi in montagna e in collina), agriturismi con proposte di cibo uniche al mondo, la lista dei borghi più belli, i percorsi religiosi e gli sport all'aria aperta. Tutte qualità importanti ai tempi del Covid19. L’Umbria sempre più percepita come il cuore Verde d’Italia bella e sicura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scrivono gli eserti di Sviluppumbria: "Sul portale umbriatourism.it si registra un’impennata di accessi soprattutto per quanto riguarda le offerte: pacchetti, visite guidate e degustazioni in Cantine e Frantoi.  Anche i pellegrini della Via di Francesco sono tornati in gran numero a chiedere informazioni e programmare le prossime partenze. È importantissimo in questa fase che gli operatori dell’Umbria siano pronti a pubblicare proposte in grado di raccogliere il favore dei turisti. C’è voglia di ripartire, di viaggiare e l’Umbria ha tutte le carte in regola per poter accogliere i turisti in totale sicurezza". Qualcosa si muove, non tantissimo, ma qualcosa si muove dopo il deserto dei mesi scorsi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento