rotate-mobile
Economia

Aeroporto dell'Umbria, bilancio 2021: passeggeri, le rotte più richieste e tanta attesa per il futuro (causa Covid)

Sono stati 144.939 i passeggeri transitati nell'aeroporto dell'Umbria, pari ad un incremento rispetto al 2020 del 87,6% e ad una contrazione del -33,9% sul 2019. Sono questi i dati del bilancio di attività della struttura di casa nostra gestito dalla Sase. 
I passeggeri transitati su voli con rotte italiane sono stati il 58% del totale, mentre quelli su voli internazionali il 42%. Il volo più trafficato è stata Catania, seguita da Londra e Palermo. 

Analizzando i mesi del picco estivo tra giugno e settembre (mesi più intensi in termini operativi e di traffico), in media il 96% dei voli sono partiti in orario. Non sono stati riportati particolari disagi o incidenti a persone e/o cose, come non sono pervenuti reclami nei confronti della società di gestione. Il livello di security ha garantito anche in questo caso una performance superiore ai target prefissati.

"Un anno che si è chiuso - si evince nel bilancio di Sase - comunque molto al di sopra delle aspettative e di gran lunga superiore alle previsioni iniziali. Il comparto del trasporto aereo rimane, anche nel 2022, con grandi incertezze e con molte restrizioni ai movimenti aerei, dovute al persistere delle varianti della pandemia che non permettono di formulare previsioni per la ripresa del settore. Un ringraziamento particolare va a tutte le maestranze e a tutti gli enti e le società che hanno contribuito alla chiusura, oltre le aspettative, di questo difficile anno, appena conclusosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto dell'Umbria, bilancio 2021: passeggeri, le rotte più richieste e tanta attesa per il futuro (causa Covid)

PerugiaToday è in caricamento