menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coop e supermercati, in Umbria scatta lo sciopero a tre giorni da Natale

Il 22 dicembre lavoratori in sciopero e doppio presidio dei sindacati: "Il contratto va rivisto"

Braccia incrociate a tre giorni da Natale. Sono migliaia, anche in Umbria, le lavoratrici e i lavoratori della grande distribuzione (Coop e Federdistribuzione) che venerdì 22 dicembre saranno interessati dallo sciopero (o #shopero, hashtag utilizzato per la protesta) nazionale proclamato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil per chiedere “il rinnovo dei contratti di lavoro scaduti da 4 anni, quindi da un’intera tornata contrattuale”. 

VIDEO Coop e supermercati, rischio blocco: sciopero a ridosso del Natale

Lo sciopero in Umbria sarà accompagnato da due presidi, uno a Perugia, sotto la sede della Lega Cooperative (zona Santa Lucia, ore 10.00), l’altro a Terni (davanti alla prefettura). “Vogliamo assolutamente tornare al tavolo e chiudere questa partita - hanno concluso Cardinali, Natili e Luchetti - perché non è più tollerabile che la concorrenza tra diverse catene si giochi sulla pelle di lavoratrici (la maggioranza nel settore) e lavoratori”. 


“A differenza di Confcommercio che ha rinnovato il contratto, la grande distribuzione organizzata e la distribuzione cooperativa non hanno mai nemmeno dimostrato la volontà di riconoscere ai lavoratori questo sacrosanto diritto - hanno spiegato in conferenza stampa Stefania Cardinali (Filcams Cgil), Valerio Natili (Fisascat Cisl) e Mariolina Luchetti (Uiltucs Uil) - creando tra l’altro così una disparita retributiva molto significativa (fino a 2mila euro) con chi svolge il loro stesso lavoro sotto però un diverso Ccnl”.

 

Federdistribuzione: i motivi dello sciopero 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento