Metalmeccanici sul piede di guerra, futuro nero per 10mila lavoratori: è sciopero

La protesta indetta a livello nazionale da Fim, Fiom e Uilm rientra nella vertenza per il rinnovo del contratto nazionale di categoria, scaduto il 31 dicembre 2015 e che interessa sul territorio provinciale circa 10mila lavoratori

Braccia incrociate. Quattro ore di sciopero a fine turno, venerdì 15 luglio, per i metalmeccanici della provincia di Perugia. La protesta indetta a livello nazionale da Fim, Fiom e Uilm rientra nella vertenza per il rinnovo del contratto nazionale di categoria, scaduto il 31 dicembre 2015 e che interessa sul territorio provinciale circa 10mila lavoratori.

“Le quattro ore di sciopero – spiegano i sindacati - saranno accompagnate da vari presidi fuori dalle fabbriche. In particolare la manifestazione principale è in programma a Umbertide, dalle ore 12,00 alle 13,00, nella zona industriale Madonna del Moro, luogo che è stato scelto dai sindacati in quanto vede impegnati 6-7 cento lavoratori per l’indotto diretto di Fiat”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

Torna su
PerugiaToday è in caricamento