Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Occasioni di lavoro, la Provincia di Perugia assume personale

Con i voti favorevoli della maggioranza e contrari della minoranza, il Consiglio provinciale ha approvato il “Piano del fabbisogno di personale per il triennio 2021/2023”

La Provincia di Perugia torna ad assumere. Con i voti favorevoli della maggioranza e contrari della minoranza, il Consiglio provinciale ha approvato il “Piano del fabbisogno di personale per il triennio 2021/2023”.

Ad illustrare nel dettaglio i termini della delibera, la consigliera con delega al personale, Erika Borghesi.

In totale le assunzioni previste per il 2021 sono 19 così ripartite: 2 ‘Istruttore tecnico direttivo’ cat. D; 1 ‘Istruttore amministrativo direttivo’ cat. D; 2 assunzioni di unità di categoria D mediante utilizzo di graduatorie di altri enti; 1 ‘Istruttore amministrativo’ cat. C; 1 ‘Istruttore tecnico’ cat. C; 10 “Agente tecnico” cat. B-B3, una procedura di stabilizzazione di una unità con il profilo di Ingegnere civile ed 1 ‘Agente di vigilanza’.

“Il budget per assunzioni 2021 risulta pari ad € 736.967,71 – ha spiegato Borghesi - calcolato sul 100% delle cessazioni e sulla base dei dati finanziari di cui al consuntivo relativo al 2020 e comprensivo del 25% delle cessazioni ante Fornero. Quanto deciso è stato preceduto da una ricognizione delle esigenze di personale operata dalla Direzione Generale e dell'assoluta necessità, a garanzia della funzionalità dei servizi dell'Ente, di reintegrare l'organico dell'Ente delle professionalità necessarie. Ricordo che l’organico della Provincia al 1 maggio 2021 risulta essere composto da 423 dipendenti e 11 dirigenti”.

Invece, per quanto riguarda le assunzioni del triennio 2021-2023 di personale appartenente alla categorie protette di cui alla legge 68/1999, “in base ai conteggi aggiornati sul numero di disabili da computarsi ai fini della quota d’obbligo non solo risulta totalmente coperta, ma al contrario vi sono eccedenze rispetto a quanto stabilito dalla Legge citata. Non si registrano, inoltre, esuberi – ha continuato la Consigliera – semmai carenze di personale”.

Inoltre, “si ritiene indispensabile avviare percorsi di riqualificazione del personale dipendente attivando procedure di progressione verticale riservate al personale di ruolo. A tal fine, i profili individuati sono: 1 posto di “Istruttore Tecnico direttivo”, cat. D; 1 posto di “Istruttore amministrativo direttivo”, cat.D; 1 posto di “Istruttore amministrativo”, cat.C; 1 posto di “Istruttore Tecnico”, cat.C; 1 posto di “Collaboratore amministrativo”, cat. B3".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occasioni di lavoro, la Provincia di Perugia assume personale

PerugiaToday è in caricamento