Perugina, la Cisl denuncia: "La Nestlè licenzia operaia per via di un post su Facebook"

In attesa della replica della Nestlè, pubblichiamo la denuncia della Cisl che parla del licenziamento di una operaia, invalida tra l'altro dopo un incidente in fabbrica, per aver espresso delle opinioni. "Atto inqualificabile"

Ultimamente la Perugina di San Sisto oltre a sfornare dolci da favola sta producendo anche polemiche, attacchi e ora anche "strani" licenziamenti. Almeno, in quest'ultimo caso, secondo la Cisl che attraverso la propria Rsu ha denunciato l'allontanamento dal lavoro di un proprio iscritto colpevole di aver fatto un post "amaro" su facebook nei confronti dell'azienda.

Ad essere stata licenziata per giusta causa Marilena Petruccioli, lavoratrice dal 1996, Rsu aziendale e categoria protetta, in quanto nel 1997 ha subito un grave infortunio sul lavoro proprio in Perugina - dove ancora lavorava da precaria - che ha determinato una grave invalidità. Passata fissa nel 2002, con accordo tra le parti nel quale la lavoratrice rinunciava a qualsiasi tipo di ricorso verso l’azienda, al reparto Baci – Nocciole in una mansione da sempre considerata dal sindacato troppo pensante per le sue condizioni fisiche. A breve, infatti, dovrà sottoporsi ad un ulteriore intervento chirurgico.

“Forse l’azienda – hanno spiegato dalla Cisl - ha considerato Marilena Petruccioli una Rsu scomoda in quanto ha sempre espresso le proprie idee in maniera chiara e diretta? Il nostro dubbio è che il suo carattere passionale sia mal digerito da qualcuno nello stabilimento della Perugina. Tutti i livelli della federazione, sostenuta dalla Cisl, da oggi sono impegnati per opporsi a sanare legalmente questo clamoroso autogoal Nestlé, che sbandiera codici comportamentali di correttezza e moralità e poi all’oscuro di tutti licenzia una Rsu, soprattutto una lavoratrice con inabilità fisiche”. 

Nei prossimi giorni si terranno assemblee, già previste, alla presenza di coordinatori nazionali, nel corso delle quali verrà affrontata anche questa situazione. Il sindacato porterà avanti forme di lotta in difesa e in solidarietà nei confronti della dipendente licenziata. Intanto la Rsu, unitariamente, hanno espresso forte solidarietà nei confronti della collega licenziata, e oggi, 18 novembre, si riunirà per discutere l’accaduto e comunicare ai lavoratori quello che sta succedendo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento