Domenica, 26 Settembre 2021
Economia

Nuovo Dpcm, a rischio chiusura barbieri e parrucchieri: "Con l'abusivismo il contagio aumenta. Nostri negozi sicuri"

Il fermo no per il dispositivo del Governo in caso di zona rossa da parte di Confartigianato

Anche da  Confartigianato Perugia arriva un secco no alla disposizione del Governo Draghi che nel nuovo Dpcm - in vigore dal 6 marzo - sarebbe disposto a chiudere le attività di barbieri e parrucchieri nelle zone rosse, secondo le anticipazioni sulla bozza con scadenza il 6 aprile.

“Si tratterebbe – ha sottolinea Stelvio Gauzzi, Segretario di Confartigianato Imprese Perugia – di un provvedimento ingiustificato nei confronti delle imprese di acconciatura che in questi mesi hanno applicato con la massima diligenza le linee guida dettate dalle autorità sanitarie e dal Governo, intensificando le già rigide misure previste dal settore sul piano igienico-sanitario, e si sono riorganizzate per garantire la massima tutela della salute degli imprenditori, dei loro collaboratori e dei clienti. La sospensione delle nostre attività – continua Gauzzi - svolte in completa sicurezza, finirà per innescare l’impennata dell’offerta di prestazioni da parte di operatori abusivi che rappresentano il vero pericolo per la salute dei cittadini, oltre che danneggiare ulteriormente sul piano economico le aziende in regola". 

Confartigianato ha analizzato che, nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, per l’effetto combinato di mancati ricavi a causa della chiusura e della concorrenza dell’abusivismo, le imprese di acconciatura e di estetica hanno registrato una perdita economica pari al 18,1% del fatturato annuo. “Chiediamo pertanto al Governo – conclude il Segretario Gauzzi - di riconsiderare le misure restrittive riguardanti le attività di acconciatura, consentendone lo svolgimento anche nelle zone rosse, a tutela della salute dei cittadini e dell’economia del settore".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm, a rischio chiusura barbieri e parrucchieri: "Con l'abusivismo il contagio aumenta. Nostri negozi sicuri"

PerugiaToday è in caricamento