rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Economia

Guida Michelin, l'Umbria conferma le sue stelle

Tre ristoranti nel gota, trenta gli indirizzi selezionati e molte le segnalazioni Bib Gourmand

La Guida Michelin ha parlato. Nell'anno che vede Antonino Cannavacciuolo conquistale la terza stella, continuano a brillare quelle dell'Umbria. Con confortanti conferme. A partire dal giovane chef Marco Lagrimino che conferma la stella con il suo L'acciuga di Perugia. E' un habituè Gianfranco Vissani che con il figlio Luca firma la proposta di Casa Vissani. E ancora, il Vespasia di Palazzo Seneca a Norcia. 

Sono trenta gli indirizzi umbri che la celebre guida della ristorazione cita, con diversi menzioni. Meritano, per gli esperti della Michelin, un Bib Gourmand, ovvero il miglior rapporto qualità-prezzo, L'Acquario di Castiglione del Lago, Perbacco Vino e Cucina di Cannara, Tipico Osteria e Locanda del Capitano di Montone, Da Gregorio a Morrano Nuovo e il Tempio del Gusto a Spoleto.

Menzionati L'Officina, Enoteca la Stella e la Forchetta Bistrot di Perugia, Quattro Sensi del Relais Borgobrufa di Torgiano, Lillo Tatini di Panicale, San Giorgio di Umbertide, il Frantoio, La Buca di San Francesco, La Locanda del Cardinale, Benedikto del relais Nun, di Assisi, Serpillo di Bevagna, Locanda Petreja e Fiorfiore di Todi, Trippini di Civitella del Lago, La Palomba, I Sette Consoli di Orvieto, Radici di Castel Giorgio, gli spoletini San Lorenzo e Apollinare, la Tenuta del Gallo di Macchie di Amelia, Nascostoposto di Terni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida Michelin, l'Umbria conferma le sue stelle

PerugiaToday è in caricamento